L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 9 giugno 2020

Assunzione di personale, rifiuti, strade in mano alla 'ndrangheta a Reggio Calabria

L’INCHIESTA

‘Ndrangheta, favori a ditte dei clan: indagati il vicesindaco di Reggio e assessore regionale

Maxi operazione contro la criminalità organizzata in Calabria. Coinvolte tredici persone, compresi alcuni consiglieri comunali di Reggio Calabria

di Redazione politica
9 giugno 2020


Tredici persone, fra cui consiglieri regionali e comunali e amministratori della città metropolitana di Reggio Calabria (come l’assessore regionale Domenica Catalfamo — coinvolta come ex dirigente del Comune di Reggio - ed il vicesindaco di Reggio Armando Neri), sono indagate nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Dda reggina ed eseguita stamane dai Carabinieri del comando provinciale della città dello Stretto che hanno anche dato esecuzione a un decreto che dispone l’amministrazione giudiziaria per le società Avr s.p.a e ASE - Autostrade service - servizi al territorio s.p.a., entrambe con sede legale a Roma, oltre che il controllo giudiziario perla Hidro Geologic Line s.a.s. di Natale Marrara con sede legale a Reggio Calabria. Contemporaneamente i militari dell’Arma hanno notificato un avviso di conclusione di indagini preliminari nei confronti di tredici indagati, in particolare di due dipendenti dell’Avr per il delitto di concorso esterno in associazione mafiosa, di otto amministratori appartenenti al Comune di Reggio Calabria, al Consiglio comunale, alla Città Metropolitana, al Consiglio regionale ed ex provinciale, al Comune di Taurianova, tutti indagati a vario titolo, in concorso con l’amministratore delegato ed altri responsabili della società, per avere esercitato indebite pressioni al fine di ottenere l’assunzione di personale segnalato, e per avere posto in essere atti di corruzione per l’esercizio della funzione o per il compimento di atti contrari ai doveri di ufficio allo scopo di agevolare la società nei rapporti con la pubblica amministrazione controllante al fine di ricevere indebite utilità.

Scambi di favori

Entrambi i provvedimenti hanno alla base le indagini svolte nei confronti degli amministratori della Avr S.p.a. e avrebbero consentito di accertare rapporti fra la società e imprenditori legati a cosche di ` ndrangheta oltre che con amministratori pubblici in un contesto di relazioni di scambio reciproco finalizzato ad assicurare a tutti i protagonisti varie utilità. Fra i tredici indagati, destinatari di avvisi di conclusione delle indagini. figurano due dipendenti dell’ Avr per il delitto di concorso esterno in associazione mafiosa, otto amministratori appartenenti al Comune di Reggio Calabria, al Consiglio comunale, alla Città Metropolitana, al Consiglio regionale ed ex provinciale, al Comune di Taurianova, indagati, a vario titolo, in concorso con l’amministratore delegato ed altri responsabili della società, per avere esercitato indebite pressioni al fine di ottenere l’assunzione di personale segnalato, e altri funzionari per avere posto in essere atti di corruzione per l’esercizio della funzione o per il compimento di atti contrari ai doveri di ufficio allo scopo di agevolare la società nei rapporti con la pubblica amministrazione. L’Avr gestisce il ciclo integrato dei rifiuti per il comune di Reggio Calabria, oltre che per diversi comuni della provincia, attraverso la raccolta porta a porta, il trasporto, il trattamento, il recupero dei rifiuti e la pulizia del suolo, e la rete stradale della Città Metropolitana di Reggio Calabria, oltre a essere aggiudicataria dell’appalto per la costruzione della strada Gallico-Gambarie, particolarmente importante per le ricadute turistiche sul territorio reggino.

Nessun commento:

Posta un commento