L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 4 luglio 2020

Covid-19 La Strategia della Paura e della tensione non molla ci vuole schiavi a tutti i costi e continua a trasmettere fake news per mantenerci in una narrazione estremamente negativa. Complottisti sono coloro che nascondono la verità

senza tv inutile

Maurizio Blondet 4 Luglio 2020 

Tutto il giorno tutti i media hanno rullato la promessa del governatore Zaia: Tso e “ricoveri coatti” a chi rifiuta le cure, una persona che sa di essere positiva e continua ad andare in giro va arrestata.




Tutto questa truculenza e giro di vite dittatoriale per “5 positivi, 3 a Vicenza uno a Padova e uno a Verona”. Sotto al margine d’errore del tampone che – dovrebbe essere noto – dà almeno il 50% di falsi positivi.

Si veda qui:
[Potenziale tasso di falsi positivi tra gli “individui infetti asintomatici” in stretti contatti di pazienti COVID-19].


S’intende che tali positivi, veri o falsi, sono senza sintomi.

E a settembre non ci saranno “terapie intensive piene” perché adesso i medici sanno come curare il virus senza arrivare all’ospedalizzazione – cosa che Zaia stranamernte non sa.

A Torino, la sindaca Appendino ordina le misure che leggete per “il contenimento del contagio”.


In tutto il Piemonte, lo stesso giorno, sono stati registrati 13 nuovi casi di cui 12 asintomatici.

Il Corriere dà il bollettino quotidiano della “pandemia” in questo modo:


34.818 morti, senza dire da quante settimane o mesi, è puro terrorismo. Senza dire che dei “240.961 positivi”, (il che non vuol dire malati) la metà sono falsi positivi.

Siccome si sta allentando la tensione della popolazione, c’è l’ordine di mantenerla alta per poter giustificare la vaccinazione obbligatoria come TSO per tutti, lattanti e novantenni in autunno. Come da programma enunciato da Ricciardi-OMS:


Fin dal mattino, tutte le radio- diconsi tutte – martellano sulle migliaia di morti degli Usa, dipingono gli Stati Uniti devastati dalla pestilenza inenarrabile, che falcia vite umane:

“Anche oggi 687 morti di Covid, ma Trump vuol tenere la festa del 4 luglio con gli assembramenti!”, deplora con voce incrinata dal pianto la giornalista.

Ora, fa impressione, non è vero? “687 morti” in un giorno. Purché si abbia l’accortezza di non dire che negli Stati Uniti, che contano 328 milioni di abitanti, di solito muoiono per tutte le cause, OGNI GIORNO, 7970 cittadini (è la media giornaliera del 2019, quando ancora non “infuriava” il covid).

Numero giornaliero di decessi per coronavirus (COVID-19) rispetto all’influenza e tutte le cause negli Stati Uniti a partire dal 2 luglio 2020 *


Ed anche a prendere per buona la cifra di 687 morti per Covid (tralasciando le sopravvalutazioni interessate: le assicurazioni rimborsano il triplo per il malato Covid), bisogna far finta di ignorare che i morti giornalieri per Covid fin dall’inizio della pandemia, sono stati 945: AL GIORNO. Siccome oggi i morti AL GIORNO sono 687, vuol dire che diminuiscono vistosamente, non aumentando come si fa’ credere : perché in USA il trattamento con idrossiclorochina s’è ormai affermato.

USA, i morti calano.

Stessa cosa per il Brasile:a sentire le radio, il Brasile è sopraffatto dall’epidemia, non riesce a difendersi, “1.179 nuovi decessi nelle ultime 24 ore, secondo il Ministero della Salute. In tutto, ci sono 17.971 decessi per coronavirus e 271.628 casi confermati”. Basta dimenticare che in Brasile ha 209 milioni di abitanti e AL GIORNO muoiono 980 brasiliani di cause cardiocircolatorie, 624 al giorno di cancro, 424 AL GIORNO per violenza e incidenti.


Il Brasile non ha conosciuto il picco delle altre nazioni, ma una lenta e modesta crescita; e come si vede si sta stabilizzando (mentre i media raconatno quasi di una crescoita inarrestabile) : senza aver imposto le misure draconiane di lockdown. E i suoi medici sono entusiasti della clorochina, che evita le ospedalizzazioni e costa poco (barata).


” Vi è un ampio e crescente consenso sul trattamento precoce basato sui farmaci generici. Il video ha oltre mezzo milione di visualizzazioni in un solo giorno. Questo è semplicemente senza precedenti.

Nessun commento:

Posta un commento