L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 25 agosto 2020

Gli Stati Uniti hanno invaso i territori siriani per rubare petrolio

Si consolida invasione USA della Siria. Washington invia 50 veicoli corazzati verso i giacimenti petroliferi siriani


23 agosto 2020

Gli Stati Uniti ha portato attrezzature militari, materiali logistici e carri armati nelle loro basi illegali nel Governatorato di Hasaka, nord est della Siria, zona ricca di gicimenti petroliferi, secondo quanto riferito ieri dal portale Al MAsdar News che cita rapporti locali.

Secondo i rapporti, più di 50 veicoli militari statunitensi, tra cui un certo numero di carri armati, sono entrati nel governatorato siriano di Hasaka attraverso il valico di Al-Walid che collega il paese con il governatorato iracheno di Ninive.

Le fonti hanno indicato che il convoglio comprendeva anche camion, carri armati, camion cisterne, accompagnati da una serie di veicoli blindati.

Negli ultimi mesi, le forze militari statunitensi hanno portato ad Hasaka migliaia di camion carichi di armi e attrezzature militari e logistiche attraverso valichi illegali per rafforzare la loro presenza a est dell'Eufrate.

Il governo siriano ha condannato la presenza degli Stati Uniti nella Siria orientale, invitando Washington a ritirare immediatamente le proprie forze dal Paese.

Gli Stati Uniti sostengono che la loro presenza sia per combattere l'ISIS e contrastare l'Iran in Siria, nonostante le obiezioni di Damasco.

Nessun commento:

Posta un commento