L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 2 agosto 2020

In Italia continua le carnevalate delle mascherine più dannose che utili

Mascherina obbligatoria fino al 10 settembre: ecco dove e quando

31 Luglio 2020 - 21:59 

L’obbligo di indossare la mascherina rimarrà in vigore fino al 10 settembre con una nuova ordinanza firmata oggi dal governatore della Regione. Ecco dove e quali sono le nuove regole da seguire.


La mascherina resterà obbligatoria fino al 10 settembre in tutti gli spazi chiusi in Lombardia. È quanto stabilito dal governatore della Regione, Attilio Fontana, con una nuova ordinanza firmata quest’oggi, che entrerà in vigore dal 1 agosto.

Per limitare la diffusione del coronavirus in Lombardia, che attualmente resta la regione che registra più casi in Italia, una nuova ordinanza prolunga fino a settembre l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi, i mezzi di trasporto e nei luoghi aperti quando non è possibile mantenere la distanza di sicurezza.
Obbligo di indossare la mascherina fino al 10 settembre

La nuova ordinanza della Regione Lombardia obbliga a indossare la mascherina fino al 10 settembre in tutti gli spazi chiusi, e nei mezzi di trasporto. In Olanda invece si è proceduto con una strada controcorrente, le mascherine infatti non sono più obbligatorie dopo che il Governo le ha ritenute poco sicure. Con il nuovo documento viene esteso anche l’obbligo, come già accadeva in precedenza, di misurare la temperatura corporea ai dipendenti e al datore di lavoro, così come ai clienti di bar e ristoranti. Qualora si dovesse avere una temperatura superiore ai 37,5 gradi non sarà consentito l’accesso ai locali, e l’interessato dovrà contattare il proprio medico curante o le autorità sanitarie locali.

Delle novità interesseranno anche il servizio dei trasporti pubblici, verrà infatti aumentato il numero delle persone che potranno accedere ai treni, bus, metro e tram. Con il nuovo documento firmato da Fontana resta comunque l’obbligo di tenere la mascherina o altri indumenti che possano coprire le vie aeree superiori. Per quanto riguarda la capienza sarà permesso occupare la totalità dei posti a sedere, mentre il numero dei posti in piedi sarà limitato alla metà della capienza massima.

Celebrazioni religiose: cosa cambia

Anche per le cerimonie religiose che saranno svolte nei luoghi di culto sono stare firmate delle novità. Con la nuova ordinanza infatti il numero dei presenti alle celebrazioni dovrà essere calcolato in base allo spazio a disposizione, permettendo ai fedeli di mantenere la distanza di sicurezza, ossia un metro laterale e frontale dagli altri partecipanti e con un limite massimo di 350 persone.

È possibile ampliare la capienza massima di 350 persone, solamente mediante una relazione di un tecnico abilitato che attesti una capienza maggiore degli spazi, permettendo comunque di mantenere il distanziamento sociale tra le persone.

Nessun commento:

Posta un commento