L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 27 settembre 2020

21 settembre 2020 - Quinto Sertorio. Il ribelle che sfidò Silla e Pompeo


"Ne i luogotenenti di Silla, ne Metello, ne Pompeo riuscirono a sconfiggerlo militarmente sul campo , era un generale talmente ferreo, coraggioso, abile e ripieno di intelligenza strategica e tattica che tutte le legioni e gli uomini che gli furono mandati contro furono sempre sconfitti, Pompeo ne fece le spese personalmente e imparo' molto dalle tattiche di Sertorio che gli tornarono utili contro Mitridate, e si comporto' machiavellicamente quando Perperna per trattare con lui , gli propose la consegna dei documenti che aveva sottratto a Sertorio che compromettevano mezzo Senato , compreso lui, Pompeo però quando li ebbe li brucio' e lo fece giustiziare, chi inganna finisce ingannato. Sertorio al pari di Viriato non fu mai sconfitto in una battaglia decisiva, solo tramite l'inganno furono fatti fuori.Personsggio ostico, difficilmente inquadrabile e incasellabile in una qualche categoria. Era inviso sia alla maggior parte dei mariani , sia ai sillani, sia agli argentarii (banchieri cambiavalute) poiché deteneva una regione molto ricca come la Hispania, sia a tutto il Senato perche' non manovrabile da alcuna corrente politica, aveva idee autonome, indipendenti e originali per quei tempi, forse fu il primo vero precursore di autonomismo e federalismo democratico, una confederazione democratica rispettosa delle tribu' ispaniche con proprio senato e leggi romane ma eque socialmente avanzate, era una novita' molto avanti per quei tempi, per alcuni fu considerato un traditore per altri un rinnovatore innovatore in anticipo sui tempi , a ognuno la sua propria opinione su questo uomo intrepido, di certo a mio modesto avviso Uomini cosi' di tale tempra sono rarissimi nella storia".

Nessun commento:

Posta un commento