L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 30 settembre 2020

Ma veramente pensate che solo alcuni dirigenti hanno fatto ordini fasulli senza che i capi non sapessero nulla? Ma veramente pensate che solo la Jp Morgan agisca illegalmente nel "Libero Mercato"?

Ecco come Jp Morgan ha manipolato i mercati di metalli e Treasury

30 settembre 2020


Multa record per Jp Morgan: la banca d’affari americana deve pagare 920 milioni di dollari per chiudere le indagini sulla manipolazione dei mercati globali dei metalli e dei Treasury

Jp Morgan Chase è pronta a pagare la cifra record di 920 milioni di dollari per chiudere le indagini avviate da tre agenzie federali su una manipolazione dei mercati globali dei metalli e dei Treasury.

La sanzione è esemplare perché è la più pesante mai imposta dalle autorità per la pratica illegale nel mirino, il cosiddetto spoofing, ha scritto il Sole 24 Ore.

Tutti i dettagli sulla multa per la manipolazione dei mercati dei metalli e dei Treasury.

L’AMMISSIONE DI COLPA

JPMorgan Chase & Company e le sue controllate, Jp Morgan Chase Bank, NA e Jp Morgan Securities (collettivamente, JPM) hanno ammesso le proprie responsabilità nell’indagine sulla manipolazione dei mercati da parte di alcuni dipendenti.

LE SEDI COINVOLTE

Le sedi della banca rimaste coinvolte dal giro di operazioni sono state quelle di New York, di Londra e di Singapore, dalle quali sono passati centinaia di migliaia di ordini fasulli.

DI COSA E’ STATA ACCUSATA JPM

In particolare, la Commodity Futures Trading Commission ha accusato la banca d’affari americana di manipolazione dei mercati e spoofing: attraverso numerosi trader, l’Istituto finanziario ha inondato i mercati con ordini di acquisto e vendita di contratti futures su palladio, oro, argento, platino ed altri metalli, annullandoli un attimo prima dell’esecuzione e generando, comunque, informazioni fittizie per orientare le contrattazioni.

La condotta, durata 8 anni (dal 2008 al 2016) ha coinvolto centinaia di migliaia di ordini di spoofing in metalli preziosi e contratti futures del Tesoro USA sul Commodity Exchange, Inc., il New York Mercantile Exchange e il Chicago Board of Commercio.

CHE COSA E’ LO SPOOFING

Lo spoofing ruota attorno a grandi ordini fasulli effettuati sulle piazze future che hanno in realtà l’obiettivo di creare un’impressione artificiale di domanda e offerta, ha scritto il Sole 24 Ore: “I profitti illeciti così ottenuti e da restituire come parte della multa sono stati stimati in 172 milioni”.

MULTA RECORD

Per chiudere la questione, JPMorgan Chase ha accettato di pagare una multa record da 920 milioni di dollari.

“Lo spoofing è illegale”, ha affermato il presidente della Cftc Heath P. Tarbert. “Questa azione di contrasto da record dimostra l’impegno della Cftc ad essere duro con coloro che infrangono intenzionalmente le nostre regole, non importa chi siano. I tentativi di manipolare i nostri mercati non saranno tollerati. La Cftc adotterà tutte le misure necessarie per indagare e perseguire attività illegali che potrebbero alla fine minare l’integrità del sistema di libera impresa americano “.

LE ANTICIPAZIONI

La multa record e le ammissioni di colpa non stupiscono. Già Bloomberg aveva anticipato un accordo tra JPMorgan Chase ed il Governo Usa. E già la stampa prevedeva cifre che si potevano avvicinare al miliardo.

Nessun commento:

Posta un commento