L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 2 ottobre 2020

Scienza contro scienza l'idrossiclorichina è farmaco valido anche contro il Covid-19

L’International Medical Journal pubblica lo studio sull’idrossiclorichina promosso da IppocrateOrg

01.10.2020 - Redazione Italia


Il 29 Settembre 2020 è stato pubblicato sull’International Medical Journal lo studio “Recovery trial and hydroxychloroquine” promosso dal Movimento IppocrateOrg e firmato dai migliori esperti di idrossiclorochina del mondo.

Questo studio, approvato dal comitato etico dell’IMJ, è un’analisi che dimostra scientificamente l’inattendibilità del Recovery Trial, la grande sperimentazione clinica promossa a Marzo 2020 dalla University of Oxford, finanziata dalla fondazione Gates e condotta in 175 ospedali del Regno Unito, il cui obiettivo è stato la ricerca di farmaci efficaci per la cura del Covid19.

Vogliamo ricordare che sulla base dei risultati a cui è giunto lo studio Recovery, l’Oms ha formalizzato la decisione di sospendere, in tutto il mondo, l’uso dell’idrossiclorochina per la cura del Covid19. Lo studio critico promosso da IppocrateOrg e dai suoi firmatari ha messo in evidenza DUE aspetti fondamentali che rimettono completamente in discussione la decisione stessa dell’OMS:

Il primo aspetto è che il Recovery Trial NON ha dimostrato che l’idrossiclorochina non funziona in prima fase di malattia.

Il secondo è che Recovery, avendo utilizzato l’idrossiclorochina a dosaggio doppio rispetto agli standard, ne ha paradossalmente dimostrato la totale sicurezza anche a tali dosaggi.

Nonostante queste evidenze, l’OMS ha continuato a contrastare l’utilizzo clinico dell’idrossiclorochina nel mondo anche per le prime fasi di malattia Covid19, contribuendo a sostenere e diffondere ingiustificate credenze sull’inefficacia dello storico farmaco.

Lo studio pubblicato lo trovate qui:


Il testo in italiano lo trovate in questo articolo di Affari Italiani di oggi:


Mauro Rango
Fondatore Movimento Ippocrate

Nessun commento:

Posta un commento