L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 13 novembre 2020

Monte dei Paschi di Siena - l'omicidio di David Rossi, una commissione che forse metterà in luce l'insabbiamento fatto dal Sistema massonico mafioso politico

Morte David Rossi, via libera alla commissione d'inchiesta

Probabile inizio delle sedute a gennaio 2021

David Rossi

Siena, 11 novembre 2020 - Via libera all'unanimita delle commissioni riunite Giustizia e Finanze della Camera, sulla proposta di istituzione della commissione parlamentare d'inchiesta sulla morte di David Rossi, allora capo della comunicazione della banca Monte dei Paschi di Siena. «Si chiude il percorso in commissione, grazie anche al sostegno del collega di Fratelli d'Italia, Marco Osnato, e i presidenti di commissione, Luigi Marattin e Mario Perantoni. Ora il testo approderà in Aula per iniziare auspicabilmente le sedute da gennaio 2021», sostiene Walter Rizzetto, primo firmatario della proposta di legge.

«Ricostruiremo i fatti e le cause che portarono alla morte di David Rossi e, mi auguro, le eventuali responsabilità di terzi. Cercheremo di fare luce su evidenti zona d'ombra, già, tra l'altro, ampiamente dimostrate da svariate inchieste giornalistiche, tra cui ricordo, ad esempio, quella de 'Le Iene'. Per la famiglia di David indagheremo su questioni di pubblico interesse collegate a questa vicenda, caratterizzata, a mio parere, da alcune inadempienze ed errori nell'accertamento dei fatti.»

Nessun commento:

Posta un commento