L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 27 dicembre 2020

Clorochina a gratis in Svizzera in Italia proibita la somministrazione

La Svizzera fornisce clorochina gratis. Da aprile.

Circola sul web questo articolo, come se fosse di oggi. In realtà è datato 3 aprile 2020:

Swiss pharma fornisce clorochina gratuita

Il gigante Novartis e la società Mepha Svizzera donano decine di migliaia di dosi di antimalarico alle autorità e agli ospedali svizzeri di tutto il Paese.

traduco:

“Di fronte alla crisi del coronavirus, le aziende farmaceutiche svizzere si stanno mobilitando. Il gigante Novartis riserverà, primo in Europa alla Svizzera le donazioni di idrossiclorochina. Questo antimalarico sarà distribuito gratuitamente dal gruppo renano, al fine di fornire supporto nella lotta contro la pandemia Covid-19, spiega un comunicato stampa venerdì.

L’azienda farmaceutica Mepha Suisse ha donato 90.000 dosi agli ospedali di tutto il paese.

130 milioni di dosi 

“Sandoz, la filiale di Novartis specializzata in farmaci generici e biosimilari, inizia questo venerdì a inviare dosi di idrossiclorochina alle autorità svizzere, che organizzano la distribuzione negli ospedali.

In questo modo verranno fornite fino a 130 milioni di dosi in tutto il mondo. La Svizzera è il secondo Paese al mondo a ricevere gratuitamente questo antimalarico, dopo gli Stati Uniti.

9000 trattamenti 

Da parte sua, la società farmaceutica Mepha Suisse ha donato 90.000 compresse di idrossiclorochina agli ospedali svizzeri, che consentiranno di somministrare 9.000 trattamenti a pazienti con Covid-19 gravemente malati, ha annunciato venerdì. La consociata di Teva, numero uno al mondo nel mercato dei generici, ricorda però che non esiste un farmaco sviluppato appositamente per curare il coronavirus e che ad oggi non sono presenti importanti studi clinici che esaminano l’effetto dell’idrossiclorochina su Covid-19” […]

La differenza fra una patria e la melma italica

Annoto rapidamente – non vale la pena approfondire, è inutile se non disponi delle TV – qualche differenza fra una classe dirigente patriottica e la melma italiana.

Ad aprile Speranza aveva fin da subito vietato l’idrossiclorochina, in obbedienza assoluta al divieto OMS, ostinatamente perseguito anche con la pubblicazione su Lancet dell’articolo pseudo-scientifico sulla supposta letalità del farmaco, articolo che la “prestigiosa rivista” ha dovuto ritrattare scusandosi.

Il governo elvetico si è infischiato dei divieti dell’OMS, assumendo come sua prima responsabilità la salute dei suoi cittadini.

Novartis e Sandoz sono multinazionali globali che più Big Pharma non si può; ma hanno mostrato che la loro lealtà va, prima che al blocco delle farmaceutiche globali, alla loro nazione.
Si vivono insomma come svizzere prima che Big Pharma.

Verso i cittadini, non hanno mantenuto l’impostura vaccinale globalista che ha corso nel resto dell’Occidente; hanno distribuito – gratis – il farmaco che sapevano e sanno efficace.

In Italia, il governo Conte, Speranza, tutti i media hanno partecipato all’impostura, censurato, bollato come negazionisti criminali, e imponendo sanzioni lavorative agli stessi medici che invocavano il permesso di poter usare l’idrossiclorochina, risolutiva specie nella fase iniziale: il governo italiano ha mostrato la sua lealtà al sistema Bill Gates e al progetto genocida del World Economic Forum, abbandonando alla morte sotto intubazione di un numero non calcolato di suoi concittadini affetti dal virus, curabile con i farmaci.

Ecco la differenza fra essere una patria, con una classe dirigente e vera ossia cosciente dei suoi obblighi verso i propri cittadini, ed essere un non-popolo che ha scelto di farsi dare ordini dai grillo-piddini. In Italia “le cose vanno selvaggiamente”:

Accade questo:

https://twitter.com/GaIadhrim/status/1342875865978466308

Evidentemente i sanitari hanno ricevuto l’ordine di fare, tutti, questi balletti: Anche in Germania

In Francia:

La domanda che la “opposizione” non fa:

https://twitter.com/MinutemanItaly/status/1342966417138847746

Meloni e Salvini sono complici dell’impostura, altrimenti porrebbero un problema al governo :

“A temperatura a -80° si arriva con ghiaccio secco, il tutto in scatole di polistirolo immerse nel ghiaccio secco per il mantenimento della temperatura”.

A Wuhan, balletti in discoteche con grandi assembramenti:


 

Nessun commento:

Posta un commento