L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 28 gennaio 2021

I ricchi sempre più ricchi mentre la crisi di SOVRAPPRODUZIONE nascosta dall'influenza covid si abbatte come un maglio sulle masse di diseredati

Business 27 Gennaio, 2021 @ 9:08
Miliardari americani sempre più ricchi: in pandemia il loro patrimonio è cresciuto di 1.100 miliardi

StaffLa redazione di Forbes.


Articolo di Tommy Beer apparso su Forbes.com

Mentre la pandemia globale di coronavirus ha paralizzato settori significativi dell’economia, portando gli Stati Uniti a subire il più netto aumento del tasso di povertà in oltre 50 anni, il patrimonio netto collettivo dei miliardari del Paese, secondo un nuovo report dell’Institute for Policy Studies e Americans for Tax Fairness, è cresciuto di $ 1.100 miliardi negli ultimi dieci mesi.

ASPETTI PRINCIPALI
Secondo il report, basato sui dati di Forbes, la fortuna combinata dei 660 miliardari americani al 18 gennaio era salita a $ 4.100 miliardi, rappresentando un aumento del 38,6% rispetto al loro patrimonio netto collettivo a metà marzo del 2020.
In media, le fortune dei 15 miliardari più ricchi sono aumentate del 58,7%, mentre per alcuni, come Elon Musk, sono aumentate di oltre il 500%.
All’inizio della pandemia c’erano 614 miliardari negli Stati Uniti; quel numero è aumentato a 660, con 46 nuovi miliardari coniati negli ultimi dieci mesi.

BACKGROUND
Il divario tra coloro che erano in cima alla scala economica americana e quelli in mezzo e in fondo era già immenso prima del danno inflitto dalla pandemia all’economia statunitense. Questo divario si è ulteriormente ampliato. Secondo uno studio pubblicato lunedì dagli economisti Bruce Meyer dell’Università di Chicago e James Sullivan dell’Università di Notre Dame, il tasso di povertà americana è aumentato di 2,4 punti percentuali negli ultimi sei mesi del 2020. Questo è il più grande aumento dagli anni ’60 ed è quasi il doppio del più grande aumento annuale della povertà negli ultimi 50 anni. Altri 8 milioni di persone in tutta la nazione sono ora considerati poveri, con i neri americani (aumento di 5,4 punti percentuali) che rappresentano una quota sproporzionata di coloro che sono finiti in povertà. Dall’inizio della pandemia, più di 70 milioni di persone (o circa il 40% della forza lavoro) hanno presentato richieste di disoccupazione negli Stati Uniti.

A MARGINE
Secondo un comunicato stampa dell’IPS e dell’ATF, i guadagni realizzati dai miliardari americani durante la pandemia potrebbero “coprire il fabbisogno delle famiglie lavoratrici” nel pacchetto di stimoli da 1.900 miliardi di dollari del presidente Joe Biden, “lasciando le famiglie più ricche della nazione non peggio di come erano prima” dell’arrivo del coronavirus.

CITAZIONE 
“I miliardari americani si stanno staccando dal resto della società, una forma estrema di allontanamento sociale. Le loro fortune aumentano mentre la maggior parte degli americani si trova ad affrontare sfide economiche e sanitarie senza precedenti “, ha dichiarato Chuck Collins, direttore del Programma IPS sulla disuguaglianza, in una e-mail a Forbes. “Stiamo ulteriormente erodendo il nostro tessuto sociale, il senso di solidarietà che ci unisce”.

IN CIFRE
$ 2.400 miliardi. Questo è l’importo totale della ricchezza detenuta dai 165 milioni di americani che costituiscono la metà più povera della popolazione, che è $ 1.700 miliardi in meno rispetto alla ricchezza dei 660 miliardari della contea.

Nessun commento:

Posta un commento