L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 10 gennaio 2021

Inchiesta Consip evaporata

 2016 -  L'entourage del Governo Renzi, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti, lo stretto collaboratore Nicola Centrone hanno avvisato l'amministratore delegato della Consip Luigi Marroni  che c'era un'inchiesta su di lui, su Alfredo Romeo e l'amministratore delegato Consip precedente, Casalino. Il Marroni ha confermato la soffiata nella dichiarazione ai magistrati napoletani

Indagato l'amministratore delegato Consip Luigi Maroni, avvisato dell'indagine da:

  1. dal presidente Consip Luigi Ferrara a sua volta avvisato dal comandante della legione toscana Emanuele Saltalamacchia, entrambi indagati per rivelazione d'ufficio e favoreggiamento
  2. da Luca Lotti, indagato per rivelazione d'ufficio e favoreggiamento
  3. da Filippo Vannoni  amministratore delegato di Publiacqua Firenze confermata la soffiata a dicembre davanti ai pm napoletani, ritrattata e modificata sostanzialmente la versione nel 2017 fatta ai pm romani che hanno "sottratto" l'inchiesta alla procura di Napoli
  4. dal comandante dell'Arma Tullio del Sette

Indagato l'imprenditore napoletano Alfredo Romeo per corruzione

Indagato Tiziano Renzi perchè chiedeva di favorire negli appalti pubblici l'imprenditore Carlo Russo che è la cerniera tra lui e l'imprenditore Alfredo Romeo

2017 

- Marco Gasparri dirigente Consip ha patteggiato con i pm Paolo Ielo e Mario Palazzi 20 mesi, dopo aver patteggiato con Alfredo Romeo gli appalti vinti da costui

- Gli appalti nonostante l'indagine restano validi, tre lotti, 609 milioni restano ad Alfredo Romeo


Nessun commento:

Posta un commento