L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 29 gennaio 2021

L'influenza covid resta e sarà neutralizzata dal sistema immunitario dell'uomo, ci conviveremo

Dov’è il trucco? Cosa iniettano in Italia?

Maurizio Blondet 28 Gennaio 2021 

Albert Bourla : avere gli strumenti per gestire il virus come facciamo con l’influenza stagionale, le nuove varianti

“Quello che stiamo facendo, e in modo molto collaborativo, sia con la Commissione Europea che con gli Stati membri, è cercare di aumentare notevolmente la nostra capacità produttiva. Abbiamo annunciato di avere un piano molto solido per produrre più di 2 miliardi di dosi quest’anno. Capisco che tutti vogliano qualcosa che possa potenzialmente aprire l’economia e salvare vite umane. E raccomando un po ‘di pazienza in modo da poter fare il nostro lavoro e fornire prodotti a tutti. C’è molta tensione perché c’è paura là fuori. Quindi lascia che le voci si calmino. E tutti, facciamo il nostro lavoro.

Quanto tempo ci vorrà per ottenere un vaccino Pfizer che non ha bisogno di essere mantenuto a temperature così drammaticamente basse ?

Stiamo lavorando su diversi moduli che saranno molto più facili da memorizzare. E uno di questi è, ad esempio, una versione liofilizzata, che è una polvere che si ricostituisce. Siamo molto avanzati con questo progetto, quindi penso che inizieremo a testarlo sugli esseri umani nella prima metà di quest’anno”.

Ma lui come lo sa, che il Covid resta per sempre? E’ uno scienziato? No, è uno speculatore sfrontato senza scrupoli. Esperto in chutzpah

Nessun commento:

Posta un commento