L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 26 febbraio 2021

Arrivano i vaccini cubani

Cuba. Due i vaccini in dirittura d’arrivo. In breve saranno disponibili entrambi

-25/02/2021


Cuba ha avviato la produzione su grande scala nei laboratori Aica di Abdala, del vaccino candidato Abdala contro il Covid-19, sviluppato dal Centro di ingegneria generica e biotecnologia (Cigb). Lo scrive l’agenzia di stampa cubana Acn. Via Twitter il dotto Eduardo Martínez Díaz, presidente di BioCubaFarma, ha spiegato che il quantitativo di vaccino che sarà prodotto nei prossimi giorni sarà utilizzato per la sperimentazione della fase III del vaccino.

L’agenzia ricorda che l’1 febbraio è cominciata la fase II della sperimentazione clinica di Abdala nell’ospedale Saturnino Lora di Santiago de Cuba con un processo di immunizzazione che ha coinvolto 760 volontari. La direttrice generale di Cigb, Marta Ayala μvila, ha da parte sua ricordato che Cuba conta attualmente con la sperimentazione di quattro vaccini contro il Covid-19: Soberana 1 e Soberana, sviluppati dall’Istituto Finlay, e Abdala e Mambisa, prodotti dal Cigb.

Di questi, pochi giorni fa anche Soberana 2 è entrato in fase di produzione su vasta scala per avviare in marzo la sua fase III di sperimentazione ha fatto sapere il ricercatore italiano Fabrizio Chiodo, che lavora al progetto con l’istituto di vaccini Finlay di Cuba. Del farmaco, saranno prodotte 100 milioni di dosi dalla società farmaceutica pubblica Biocubafarma.

Soberana 02 è uno dei quattro vaccini che Cuba sta sviluppando per immunizzare al più presto il Paese, che peraltro è riuscito a controllare con successo l’epidemia, poiché il numero totale di decessi registrati dallo scoppio della pandemia non supera i 304, ha spiegato il ricercatore, membro in Italia del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

In collegamento on-line da Cuba con la stampa straniera, Chiodo ha ricordato che si tratta di un vaccino pubblico al 100%, che viene sviluppato senza scopo di lucro e che è stato sviluppato rapidamente grazie alla rete “eccellente” di ricercatori, epidemiologi e medici a Cuba. Il vaccino -ha aggiunto Chiodo- che è “molto sicuro”, verrà utilizzato per persone di età compresa tra i 35 e gli 80 anni, e probabilmente raggiungerà altri luoghi, dato che ci sono molti Paesi interessati, anche se Cuba vaccinerà prima i suoi cittadini”.

Soberana 02 è il frutto della collaborazione e ricerca di anche “di altri Paesi”, ma è finanziato e diretto da Cuba, che ha una lunga storia -ha sottolineato- nella “diffusione scientifica, sperimentazione e sviluppo di vaccini”.

Superata l’ultima fase, nella quale si conosceranno i risultati della sua efficacia e sicurezza ma della quale Chiodo non ha precisato i tempi, il Paese procederà alla vaccinazione di massa della popolazione.

Nessun commento:

Posta un commento