L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 1 febbraio 2021

Diamo all'argento il suo giusto valore sempre compresso nel libero mercato che è evidente tanto libero non è

Mercati di nuovo in rialzo, focus sull’argento. Che succede oggi?

1 Febbraio 2021 - 08:58

Mercati oggi: inversione di rotta negli scambi asiatici, con indici in rialzo, nonostante i dati deludenti della Cina. Torna la calma dopo le scosse a Wall Street? Occhio all’argento.


Mercati oggi nel segno dei guadagni. Dopo giorni di sconvolgimenti con il caso GameStop gli scambi sembrano aver trovato la strada della normalità.

In Asia le azioni hanno ripreso la via del rialzo, nonostante i dati sulla produzione manifatturiera cinese abbiano deluso le aspettative.

Intanto, occhio ai future sull’argento, rimbalzati del 6%. Che succede oggi nei mercati?

Mercati oggi in ripresa, occhio all’argento

Oggi gli indici asiatici hanno registrato un rally e i futures sulle azioni statunitensi hanno recuperato le perdite iniziali, con i piccoli trader che hanno rivolto la loro attenzione ai metalli preziosi, promettendo una tregua ad alcuni hedge fund.

I contratti S&P 500 hanno invertito un precedente calo di oltre l’1% per scambiare al rialzo con i futures europei. I futures sull’argento sono aumentati del 6% dopo che il metallo è diventato l’ultimo oggetto di speculazioni.

L’indice più ampio di MSCI di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è salito dell’1,4% dopo quattro sessioni consecutive di perdite.

Il Nikkei giapponese ha guadagnato l’1,2%, dopo aver perso quasi il 2% venerdì, mentre le blue chip cinesi sono aumentate dello 0,5% poiché la banca centrale del Paese ha iniettato più liquidità nei mercati monetari.

I futures per l’S&P 500 sono aumentati dello 0,3%, dopo essere scesi fino all’1% nelle prime azioni, mentre il NASDAQ è cresciuto dello 0,1%.
Borse positive, ma con questi timori

Gli investitori hanno notato una tregua nella battaglia tra i piccoli dealer e Wall Street. Il focus, dopo il caso GameStop, si è spostato sui metalli preziosi, nello specifico sull’argento. Quest’ultimo è ora considerato il nuovo obiettivo degli investitori del cosiddetto commercio al dettaglio in Borsa, visto che il metallo è balzato del 6% a un massimo di sei mesi.

Nonostante l’attenzione a tali scosse sui mercati, gli analisti sembrano interessati a altro. Piuttosto che su tali imprevedibili episodi di rally improvvisi e inattesi, appaiono più preoccupati di eventuali segni di una perdita di slancio economico negli Stati Uniti e in Europa, con i blocchi per l’epidemia che ancora pressano la ripresa.

I dati dalla Cina hanno mostrato che l’attività manifatturiera è rallentata a gennaio, poiché le restrizioni hanno avuto un impatto negativo in alcune regioni.

In più, le notizie sull’introduzione dei vaccini continuano a essere oscillanti, con tanti dubbi sulla loro capacità di funzionare contro le varianti.

ohn Briggs, responsabile globale della strategia di NatWest Markets, ha messo in guardia:

“Sono queste considerazioni, non ciò che accade a un rivenditore di videogiochi giorno per giorno, che pesano sugli asset di rischio. Gran parte delle valutazioni del mercato, in particolare il rischio, si basa sul fatto che possiamo vedere una luce alla fine del tunnel Covid.”

Sono emersi dubbi anche sul futuro del pacchetto di aiuti da 1,9 trilioni di dollari del presidente Joe Biden, con 10 senatori repubblicani che sollecitano un piano da 600 miliardi di dollari.

Nessun commento:

Posta un commento