L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 11 febbraio 2021

Tutti insieme improvvisamente a produrre macchine elettriche, è il Grande Cambiamento che l'ha voluto, e il mercato dei semiconduttori ha fatto tilt


Qualcomm avverte: "La carenza di semiconduttori durerà almeno fino alla metà del 2021"
© REUTERS / Mike Blake/File Photo
20:22 04.02.2021(aggiornato 06:02 05.02.2021)

Nonostante un incremento netto dei ricavi rispetto all'annata precedente, Qualcomm si trova a far fronte ad una importante carenza nell'approvvigionamento di semiconduttori.

Qualcomm Inc., la maggiore azienda produttrice di microprocessori per smartphone, ha reso note le proprie difficoltà nel riuscire a coprire la domanda fino alla seconda metà dell'anno 2021.
"Le carenze nell'industria dei semiconduttori è all'orizzonte", sono state le dichiarazioni del CEO della compagnia Cristiano Amon riportate da Bloomberg.

Come la maggioranza dei realizzatori di processori, anche Qualcomm si appoggia a grandi fornitori quali Taiwan Semiconductor Manifacturing Co. e Samsung Electronics Co., due aziende che stanno facendo fatica ad allinearsi con il rilancio della domanda nel settore dell'elettronica.

A causa delle difficoltà di approvvigionamento, le azioni di Qualcomm hanno subito una flessione pari a circa il 6% sui mercati azionari, con la chiusura di mercoledì a New York che ha portato il titolo a quota $162.30.

Nel suo ultimo quadrimestre, Qualcomm ha fatto registrare $8,24 miliardi di ricavi, per una crescita del 62% rispetto all'annata precedente, con un netto di $2,12 miliardi.

© SPUTNIK . ЕВГЕНИЙ БИЯТОВ
Un processore Ascend 910

Gli effetti della pandemia sul settore dell'elettronica

Con la prima ondata pandemica di inizio 2020, la domanda di chip aveva infatti inizialmente subito un brusco crollo. Una tendenza alla quale ha fatto da contraltare, dopo pochi mesi, il passaggio allo smart working e alla DAD in decine di Paesi in tutto il mondo.

Un cambiamento che in tempi brevissimi ha portato la richiesta di componenti elettroniche, e di microprocessori in particolar modo, a schizzare nuovamente alle stelle.
La situazione è andata a peggiorare con l'arrivo dei mesi autunnali, quando l'uscita sul mercato di una vasta gamma di prodotti di largo consumo, quali nuovi modelli di smartphone, console da gaming, schede video, processori e altri, ha letteralmente mandato il sistema in tilt.

Giganti dell'elettronica quali Sony, Microsoft, Samsung, Intel, Amd, e Apple, solo per citare alcuni esempi nel mondo dell'elettronica, si sono così trovati a fronteggiare gravi difficoltà dal punto di vista dei processi produttivi, che hanno portato all'esaurimento quasi immediato di tutte le scorte poco dopo il lancio dei prodotti, alcuni dei quali ad oggi rimangono in molti casi di fatto introvabili.

Nessun commento:

Posta un commento