L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 4 marzo 2021

Gli imbecilli al governo dell'occidente, ti vaccini oggi per l'influenza covid e non sei immune per il prossimo virus covid modificato. In questo modo non ne usciamo più così hanno decretato i potenti occidentali

ECONOMIA
Fed: modesta ripresa economica, ma più ottimismo con i vaccini

La Banca centrale Usa nel Beige Book: in leggero miglioramento la situazione occupazionale, aumenta l'inflazione, soffre ancora il turismo 

aggiornato alle 21:5303 marzo 2021

© MANDEL NGAN / AFP
- Jerome Powell, Fed

AGI - L'economia è in "modesta ripresa da gennaio a meta' febbraio" 2021, ma la maggior parte delle imprese "rimane ottimista per i prossimi 6-12 mesi, quando i vaccini Covid-19 saranno distribuiti maggiormente". Lo scrive la Fed nell'ultimo Beige Book.

La maggior parte dei distretti, spiega ancora la Fed nel Beige Book, ha riferito che i livelli di occupazione "sono aumentati nel periodo preso in esame, anche se lentamente". La domanda di manodopera inoltre "varia notevolmente in relazione al settore di riferimento, e molti hanno registrato difficoltà nel trovare e mantenere lavoratori qualificati". Quanto alla spesa degli americani, la Fed registra risultati 'misti' da settore a settore.

Chi continua a soffrire è il turismo: "Sebbene alcuni distretti abbiano riportato leggeri miglioramenti dell'attivita' dei viaggi e del turismo, le condizioni generali del settore dell'intrattenimento e dell'ospitalita' hanno continuato a subire forti limitazioni dai confinamenti decisi per arginare la pandemia da Covid-19".

I distretti della Fed si aspettano un "modesto aumento dei prezzi nei prossimi mesi". Lo riporta la Banca centrale Usa nel Beige Book relativo ai primi due mesi del 2021. La Fed registra un leggero aumento dei prezzi nel periodo preso in esame, "in particolare dell'acciaio e del legno". Incremento causato, spiega la Fed, "principalmente dalle interruzioni delle catene di approvvigionamento" delle aziende. Aumentano anche i prezzi dei trasporti, "in parte a causa dell'aumento dei costi del carburante".

Nessun commento:

Posta un commento