L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 28 aprile 2021

Gli Emirati Arabi sanno perfettamente delle provocazioni dei sionisti ebrei ai palestinesi a Gerusalemme

Israele: Emirati arabi uniti preoccupati per Gerusalemme
Arginare violenze della destra, custodire l'identità storica

26 APRILE, 14:37


(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 APR - Con una presa di posizione insolita a pochi mesi dalla firma degli 'Accordi di Abramo' con Israele, il Ministero degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti ha espresso "profonda preoccupazione'" per gli estesi incidenti verificatisi negli ultimi giorni a Gerusalemme, ha messo in guardia dalle possibili conseguenze delle violenze attribuite ad estremisti ebrei di destra e ha ribadito che "occorre custodire l'identità storica" della Città santa.

"Gli Emirati Arabi Uniti - si legge nel testo - esprimono profonda preoccupazione per gli episodi di violenza condotti nel settore occupato di Gerusalemme est da gruppi di estrema destra, in seguito ai quali diversi abitanti sono rimasti feriti". Gli Emirati, prosegue il comunicato, condannano ogni genere di violenza che contrasti i valori ed i principi umani. Fanno anche appello alle autorità di Israele "affinché si assumano la responsabilità di bloccare la escalation". Ribadiscono infine la necessità di "custodire l'identità storica di Gerusalemme occupata" e di mantenere un atteggiamento moderato "per sventare il rischio che la Regione venga trascinata verso una instabilità che minaccerebbe la pace".(ANSAmed).

Nessun commento:

Posta un commento