L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 4 aprile 2021

Non c'è verso, ogni giorno si accumulano elementi che conducono a costatare che le istituzioni TUTTE sono integrate nell'odio al popolo italiano. Far respirare i nostri bambini per sette ore attraverso la mascherata è da bestie. Si passa come un rullo compressore sul buonsenso più comune e li si punisce nella loro gioia, nel gusto alla vita. Studi Puah!

CRONACA

Confermato l'obbligo di mascherina a scuola per bambini da 6 a 12 anni

La terza sezione del Consiglio di Stato ha respinto l'istanza cautelare presentata da una coppia di genitori che contestavano l'obbligo generalizzato di mascherina a scuola per i bambini di tale fascia d'età

aggiornato alle 15:59 02 aprile 2021

Alunni delle elementari tornano a scuola con la mascherina

AGI - Confermato l'obbligo di mascherine a scuola per i bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni.

La terza sezione del Consiglio di Stato, con un decreto firmato dal presidente Franco Frattini, ha respinto l'istanza cautelare presentata da una coppia di genitori che contestavano l'obbligo generalizzato di mascherina a scuola per i bambini di tale fascia d'età.

Con il provvedimento di oggi, Palazzo Spada ha confermato quello già emesso dal Tar del Lazio e fissato una camera di consiglio per la trattazione collegiale al 22 aprile prossimo.

"A fronte della documentazione scientifica depositata dagli appellanti, che questo giudice ha certo valutato anche nella presente sede di delibazione sommaria - si legge nel decreto del Consiglio di Stato - esistono altre documentazioni scientifiche, e in particolare gli studi posti a base delle censurate valutazioni del Cts e conseguentemente dei decreti impugnati, da cui emergono conclusioni differenti, cioè nel senso della tollerabilità fisica anche per i bambini da 6 a 12 anni dell'uso della mascherina, e ciò viene ritenuto sufficiente a disporne l'uso obbligatorio, tenuto conto delle sempre maggiori evidenze di contagi di minori anche molto giovani".

Nessun commento:

Posta un commento