L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 5 aprile 2021

Ti puoi vaccinare per l'influenza covid 1 ma nulla vieta che ti becchi l'influenza covid 2 o 3 o 4 determinata dal virus vattela a pesca brasiliano, sudafricano, inglese

 L’incredibile decisione del Consiglio di Stato: “ai francesi vaccinati vietato viaggiare perché portatori del virus”

il 2 aprile un’ordinanza del Consiglio di Stato è stata molto chiara. Le persone vaccinate sono tenute a rispettare le restrizioni decretate dal governo perché, anche vaccinate, rischiano di trasmettere il virus ai loro parenti. Un argomento che contraddice completamente quello sostenuto finora dai nostri leader.

“Un pensionato di 83 anni ha chiesto al giudice  del Consiglio di Stato di sospendere le restrizioni di viaggio adottate dal governo in modo che non si applichino più a coloro che sono stati vaccinati. Il giudice respinge la sua richiesta considerando che le persone vaccinate possono essere portatrici del virus e contribuire alla sua diffusione.

 

 

Ma non è affatto “incredibile”,  cari francesi:

 

Istituto Zooprofilattico, Brescia: vaccinati e contagiosi, nuovo pericolo”

Ci ai può domandare a cosa servono, allora, tutti questi femminicidi da mRNA, oppure è negazionismo complottista? L’ultima della serie

Astrazeneca, 32enne ricoverata a Genova per trombosi. “Vaccinata il 22 marzo”

Il policlinico San Martino: in rianimazione giovane insegnante. Lanciano, inchiesta sulla morte di una 83enne, deceduta due ore dopo la seconda dose di Pfizer

https://www.maurizioblondet.it/lincredibile-decisione-del-consiglio-di-stato-ai-francesi-vaccinati-vietato-viaggiare-perche-portatori-del-virus/

Nessun commento:

Posta un commento