L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 10 maggio 2021

Caschi bianchi, strumento dell'Occidente per distruggere, uccidere, creare scompiglio e caos in Siria

08 Maggio 2021 17:00
Caschi Bianchi e corruzione. Lo scandalo travolge il governo olandese


Un grande scandalo, taciuto dai media occidentali, che coinvolge un governo europeo. Nelle indagini della Mayday Rescue Foundation, che ha finanziato i Caschi bianchi siriani con oltre 120 milioni di dollari, alti funzionari olandesi hanno coperto la corruzione.


La guerra sporca decennale contro la Siria si è rivelata una vacca da mungere per alcuni dei più importanti agenti del regime change negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Gli appaltatori del governo occidentale hanno ottenuto centinaia di milioni di dollari per gestire progetti per destabilizzare Damasco - e alcuni di loro hanno preso una mazzetta per se stessi, approfittando del saccheggio .

Uno dei principali attori nell'industria artigianale degli appaltatori che ha contribuito a condurre la guerra occidentale per il regime changecontro la Siria, e che alla fine è stato implicato in un enorme scandalo di corruzione, è stata la Mayday Rescue Foundation.

Mayday è stato sponsor fiscale della Protezione civile siriana, popolarmente conosciuta come White Helmets , un'ingannevole operazione interventista umanitaria che è diventata un'arma di propaganda chiave nella guerra sporca contro Damasco.

Con oltre 120 milioni di dollari di finanziamenti da numerosi governi occidentali, i White Helmets- Cachi Bianchi sono stati ritratti in campagne mediatiche servili e da lucidi film di PR come un nobile gruppo filantropico dedito a salvare vite civili. In realtà, l'organizzazione fungeva da infrastruttura civile e medica de facto per le aree della Siria controllate da ribelli brutali e teocratici salafiti-jihadisti.

I Caschi Bianchi hanno operato esclusivamente nelle aree gestite dall'opposizione armata siriana e hanno collaborato ampiamente con gli estremisti, tra cui ISIS e al-Qaeda. I Caschi Bianchi sono stati persino filmati mentre assistevano a esecuzioni pubbliche in numerose occasioni.

I Caschi Bianchi hanno aiutato la Turchia, membro della NATO, a invadere militarmente e pulire etnicamente le città a maggioranza curda nel nord della Siria come parte di un piano per ripopolare quelle aree con arabi musulmani sunniti che hanno sostenuto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Dopo l'invasione, gli scolari sono stati indottrinati con la propaganda nazionalista turca.

Un produttore siriano della BBC ha dichiarato che i White Helmets hanno contribuito a organizzare un falso attacco con armi chimiche a Douma, in Siria, per cercare di incolpare il governo siriano e stimolare l'intervento militare occidentale.

Mentre i governi occidentali elogiavano i Caschi Bianchi e incanalavano enormi somme di denaro dei contribuenti nella loro organizzazione madre, la Mayday Rescue Foundation con sede nei Paesi Bassi, stavano anche indagando silenziosamente sul gruppo per frode.

Una serie di rapporti dei principali media olandesi documentano come i Paesi Bassi sapessero che Mayday aveva presieduto a gravi irregolarità finanziarie, ma gli alti funzionari lo hanno coperto, rifiutandosi di informare i legislatori eletti e persino ignorando le raccomandazioni dei propri regolatori di reclamare contratti per milioni di dollari.

I funzionari olandesi temevano che esporre la corruzione di Mayday potesse danneggiare gli sforzi occidentali per il regime change in Siria, e avrebbe potuto macchiare l'immagine benevola dei Caschi Bianchi che è stata attentamente costruita in anni di promozione costante e ossequiosa propaganda.

Lo scandalo è stato un esempio particolarmente inquietante del Complesso industriale senza scopo di lucro che tira le corde del cuore dei liberali occidentali non solo per promuovere gli interessi della politica estera occidentale, ma per riempire le proprie tasche con milioni di dollari che fluiscono attraverso contratti poco chiari.

La controversia dimostra anche come i funzionari del governo occidentale proteggessero i profittatori della guerra mantenendo gli elettori i cui dollari di tasse erano stati sprecati all'oscuro della corruzione in mezzo a loro.

Il governo olandese ha nascosto la frode

Ieri è stato pubblicato sul quotidiano in lingua olandese de Volkskrant un articolo nel quale si rivela che governi dell'Europa occidentale hanno investito più di 100 milioni di euro (121 milioni di dollari) nella Mayday per finanziare i Caschi Bianchi, tra cui Gran Bretagna, Germania, Canada, Danimarca e Paesi Bassi. Anche gli Stati Uniti sono intervenuti, inviando decine di milioni di dollari ai White Helmets .

Il governo olandese ha contribuito con 12,5 milioni di euro (15,2 milioni di dollari) a Mayday. Ma alla fine del 2018, i Paesi Bassi sospettavano di corruzione e smisero di finanziare l'organizzazione, "a causa delle preoccupazioni dell'Aia sulla supervisione finanziaria e sull'organizzazione", ha scritto de Volkskrant.

Il governo olandese ha successivamente indagato e, a metà del 2020, il servizio di audit centrale dei Paesi Bassi ha consigliato al governo di reclamare più di 3,6 milioni di euro di tasse che aveva dato a Mayday.

"Non è certo se i milioni siano stati spesi per lo scopo previsto", ha affermato il giornale.

Ma il governo olandese non ha richiesto questi soldi. Invece, il ministro dei Paesi Bassi per il commercio estero e la cooperazione allo sviluppo, Sigrid Kaag, ha deciso di sospendere un pagamento finale di soli 57.000 euro a Mayday - solo l'1,6% di ciò che l'ufficio di revisione aveva raccomandato di restituire alle casse dello Stato.

Anche questa misera decisione era in gran parte simbolica, perché Mayday aveva già speso gli oltre 120 milioni di dollari in contratti governativi ricevuti ed era fallita quando Kaag decise di sospendere i pagamenti.

In una lettera ai governi occidentali, il defunto fondatore e direttore di Mayday Rescue, James Le Mesurier ha ammesso di frode e comportamento finanziario non etico, come "stipendi molto alti, bonus in denaro e tasse non pagate", ha osservato de Volkskrant.

Ma il rapporto del giornale chiarisce che l'indagine sulla frode era diventata un punto di conflitto all'interno del governo olandese. I funzionari che hanno sostenuto la guerra per il regime change in Siria ed hanno cercato di minimizzare lo scandalo.

Il ministro del commercio estero, Kaag, voleva informare il parlamento sull'indagine sulla frode, quindi ha scritto una lettera e ha pianificato di inviarla alla Camera dei rappresentanti olandese. (De Volkskrant ha ottenuto le bozze di questa lettera tramite una richiesta di registri pubblici.)

Ma Kaag è stato costretto a censurare la lettera. Gli alti funzionari del ministero degli Esteri hanno insistito per non inviarlo perché non era legalmente obbligata a farlo. Temevano che la rivelazione "potesse danneggiare ingiustamente" Mayday e White Helmets.

Il risultato: la lettera non è mai stata inviata, i parlamentari non sono mai stati informati della corruzione nota ed i contribuenti olandesi non sono stati in grado di apprendere che Mayday ha gestito male enormi somme di denaro ricevute da numerosi governi donatori, incluso il proprio.

Lo zar dei White Helmets James Le Mesurier ammette la frode, poi muore pochi giorni dopo

Nel novembre 2019, il fondatore della Mayday Rescue Foundation, l'ex ufficiale dell'intelligence militare britannica James Le Mesurier, è morto in strane circostanze.

Le autorità turche hanno detto che si è suicidato.

Le Mesurier aveva prestato servizio nell'esercito britannico nell'Irlanda del Nord e nell'ex Jugoslavia , prima di lavorare successivamente per società di sicurezza private. Nel 2014, ha fondato Mayday Rescue ed è diventato il punto di riferimento occidentale chiave che gestisce l'operazione psicologica White Helmets.

Mentre i media aziendali commercializzavano Le Mesurier come un eroe umanitario, lui ed i suoi colleghi stavano guadagnando terreno con lo schema del regime change.

Tre giorni prima della sua morte, Le Mesurier ha confessato gravi irregolarità finanziarie. L'8 novembre inviò un'e-mail ai paesi donatori ammettendo che Mayday aveva commesso una frode. Ammise di aver falsificato le ricevute, scrivendo: "Me ne assumo la piena ed esclusiva responsabilità".

Ma Le Mesurier ha insistito sul fatto che la corruzione non deve venire alla luce, perché se fosse trapelata ai media, sarebbe una "vittoria per la Russia e per i troll pro-Assad".

Lo ha riferito De Volkskrant nel luglio 2020, in un articolo intitolato "Il fondatore della Fondazione dietro i caschi bianchi ammette la frode ".

Una giornalista che è stata coautrice del rapporto, Ana van Es, ha osservato che i governi occidentali che avevano finanziato i Caschi Bianchi avevano ascoltato l'avvertimento di Le Mesurier e stavano "tacendo sulle malefatte".

Il precedente rapporto di de Volkskrant descrive in dettaglio come un contabile olandese ha iniziato a indagare su Mayday nel novembre 2019 e ha scoperto che Le Mesurier aveva falsificato ricevute e pagato personalmente il denaro designato per i Caschi Bianchi.

L'articolo rivela quanto fossero sospetti i rapporti finanziari di Mayday. Sebbene la fondazione fosse spesso descritta come un'organizzazione umanitaria benevola senza scopo di lucro, adulando la copertura dei media occidentali, in realtà aveva filiali commerciali a scopo di lucro in Turchia e Dubai.

"Non c'era un consiglio di sorveglianza, il che significava che gli amministratori potevano decidere i propri stipendi, che in alcuni casi ammontavano a 26.000 euro al mese", ha scritto de Volkskrant.

Ciò significa che alcuni dipendenti di Mayday venivano pagati circa $ 380.000 all'anno. "Tali cifre sono al di sopra del tetto salariale approvato di un'organizzazione sovvenzionata nei Paesi Bassi", ha osservato il quotidiano.

"Inoltre, Le Mesurier, sua moglie - anche lei una degli amministratori - e un terzo amministratore si pagavano dei bonus in denaro, oltre ai loro stipendi", continua l'articolo.

La moglie di James, Emma Le Mesurier, ha respinto le accuse di frode che il suo defunto marito ha ammesso e ha attaccato in modo aggressivo praticamente tutti i giornalisti su Twitter che hanno menzionato lo scandalo.

Tuttavia, un nuovo amministratore assunto per cercare di ripulire la reputazione di Mayday, Cor Vrieswijk, ha riconosciuto al quotidiano olandese che gli enormi stipendi erano effettivamente "eccessivi", ma ha aggiunto che i "paesi donatori occidentali lo sapevano e avevano dato il loro consenso".

I diplomatici occidentali non hanno coperto la corruzione dei Caschi Bianchi per "evitare rischi politici" e garantire "un'esposizione minima"

Il rapporto del maggio 2021 su de Volkskrant ha rivelato che quando i governi occidentali hanno appreso dello scandalo di corruzione alla Mayday Rescue Foundation, hanno immediatamente complottato per coprirlo.

Quando Le Mesurier ammise la frode e morì tre giorni dopo, i diplomatici occidentali convocarono rapidamente una serie di "riunioni di crisi" nel consolato olandese a Istanbul, ha aggiunto il giornale.

"I Paesi Bassi si consideravano politicamente 'extra vulnerabili'", ha scritto de Volkskrant. “Dopo tutto, Mayday si trova ad Amsterdam. I milioni di pagamenti dalla fondazione sono passati attraverso conti olandesi ".

Quando i contabili hanno successivamente indagato e riscontrato gravi irregolarità, i paesi donatori hanno continuato a controllare i danni.

Nel febbraio 2020, i diplomatici occidentali si sono incontrati di nuovo a Istanbul, dove hanno discusso di "evitare rischi politici" e modi per garantire "un'esposizione minima".

Una società di contabilità chiamata Grant Thornton ha indagato su Mayday. Tecnicamente ha affermato di non aver trovato prove di frode oltre a quanto ammesso da Le Mesurier, ma ciò era in gran parte dovuto al fatto che le finanze dell'azienda erano un tale caos che era quasi impossibile controllarle.

Come i funzionari del governo olandese hanno spiegato a de Volkskrant, "la frode non può essere dimostrata perché le parti 'critiche' dei conti sono 'non rintracciabili'".

"La contabilità era seriamente inadeguata", ha ricordato il giornale. “Non c'era supervisione finanziaria interna. I pagamenti si sono rivelati non tracciabili in seguito. "

De Volkskrant ha continuato:

"Il rapporto non ha placato le preoccupazioni del ministero degli Affari esteri. Le scoperte di Grant Thornton hanno sollevato dubbi sull'accuratezza dei rapporti finanziari precedentemente presentati da Mayday. Secondo i funzionari, 'non è stato possibile stabilire con certezza' che la sovvenzione olandese fosse stata effettivamente spesa per i caschi bianchi. Quando un ufficiale chiede quali spese non possono essere verificate, un collega risponde: 'Tutte le spese ai Caschi Bianchi'.

I finanziamenti del governo occidentale per i caschi bianchi continuano nonostante la corruzione

documentata dal governo olandese, i finanziamenti statali occidentali per i Caschi Bianchi sono continuati, poiché gli Stati Uniti e l'Unione Europea hanno raddoppiato la loro sporca guerra contro la Siria.

Gli Stati Uniti e l'UE hanno imposto uno dei regimi di sanzioni più aggressivi nella storia moderna per destabilizzare la Siria e cacciare il suo governo. Il blocco de facto, che equivale a una punizione collettiva di milioni di civili, ha scatenato una depressione economica su larga scala, carenza di carburante e crisi alimentare.

Nel frattempo, i Paesi Bassi hanno ripreso a sostenere i Caschi Bianchi durante la pandemia Covid-19 nel 2020, sostenendo di utilizzare il gruppo per fornire assistenza umanitaria al territorio in Siria tenuto dai ribelli.

I governi occidentali sono stati in grado di continuare a finanziare i Caschi Bianchi senza intoppi, in gran parte perché i media aziendali compiacenti si sono quasi senza eccezioni rifiutati di riconoscere qualcosa di negativo sul gruppo per procura.

Questi resoconti dei media olandesi sulla corruzione di Mayday non hanno ricevuto quasi nessuna attenzione in altri paesi. Ciò può essere parzialmente spiegato perché James Le Mesurier aveva forgiato molte amicizie all'interno della stampa occidentale, coltivando i giornalisti come risorse nella guerra sporca fornendo loro scoop e persino facilitando i viaggi di propaganda in Siria attraverso il confine meridionale della Turchia.

La BBC - che The Grayzone ha denunciato per aver partecipato segretamente alle campagne di guerra informativa del Foreign Office del Regno Unito - ha persino creato una serie di podcast agiografici pieni di errori dedicati alla riscrittura della storia della guerra sporca in Siria, alla santificazione di Le Mesurier e alla riabilitazione dell'immagine di Mayday. Il suo titolo sottile? Primo Maggio.

E Mayday non è l'unico appaltatore del governo occidentale indagato per corruzione.

Un altro gruppo di pressione per il regime change chiamato la Commissione per la giustizia internazionale e la responsabilità (CIJA) ha ricevuto circa 42 milioni di euro (50 milioni di dollari) in finanziamenti dagli Stati Uniti e dalle nazioni dell'Europa occidentale per intraprendere una guerra legale, o lawfare, contro la Siria - e ha collaborato con al-Qaeda nel processo .

Anche CIJA è stata indagata per frode su larga scala. Come riportato da The Greyzone, l' Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) ha formalmente accusato CIJA di frode , "presentazione di documenti falsi, fatturazione irregolare e profitto". L'autorità di regolamentazione dell'UE ha persino raccomandato alle autorità legali del Regno Unito, dei Paesi Bassi e del Belgio di perseguire la CIJA.

Ma la corruzione di CIJA è stata completamente ignorata anche dai media aziendali. Gli amici e i colleghi di Le Mesurier hanno fatto di tutto per descrivere lo scandalo di frode accuratamente documentato come una campagna di disinformazione maligna presumibilmente esaurita dal Cremlino.

I governi occidentali ed i loro stenografi sulla stampa hanno aiutato a proteggere i profittatori della guerra da qualsiasi conseguenza, poiché hanno truffato i contribuenti di numerosi paesi con enormi somme di denaro, il tutto in una crociata disperata e distruttiva per distruggere la Siria.

Oggi, una serie sbalorditiva di scandali strabilianti che coinvolgono la guerra sporca alla Siria rimane intatta o nascosta dai media aziendali occidentali, dal ruolo dei Caschi Bianchi negli attacchi chimici falsi scenici al silenzio dei governi occidentali e alla punizione degli informatori scientifici dell'Organizzazione per il divieto delle armi chimiche (OPCW) .

Sotto la superficie dello scandalo di corruzione che ha coinvolto Mayday e e Caschi Bianchi c'è un pozzo apparentemente senza fondo di spargimento di sangue e sporcizia.

*Giornalista, scrittore e regista. È l'assistente del montaggio di The Grayzone e il produttore del podcast Moderate Rebels , che co-ospita con il montatore Max Blumenthal. Il suo sito web è BenNorton.com, account Twitter @ BenjaminNorton.

Nessun commento:

Posta un commento