L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 31 maggio 2021

L'influenza covid si cura anche con anticorpo monoclonale Sotrovimab riducendo il tempo di ospedalizzazione e aumentando la percentuale dei guariti

Sat 29-05-2021 22:42 PM
Gli Emirati Arabi Uniti sono il primo paese ad approvare il nuovo trattamento COVID-19 altamente efficace autorizzato dalla FDA per uso di emergenza
DUBAI, 29 maggio 2021 (WAM) - Il Ministero della Salute e della Prevenzione (MoHAP) ha approvato l'uso di emergenza di un nuovo trattamento altamente efficace per COVID-19, diventando il primo paese al mondo ad autorizzare e abilitare il paziente immediato uso dopo che l'Agenzia per gli alimenti e i medicinali (FDA) statunitense ha concesso un'autorizzazione all'uso di emergenza per il trattamento degli anticorpi.

Il nuovo trattamento, dell'azienda sanitaria leader a livello mondiale GSK, "Sotrovimab (Vir-7831)" offre la prospettiva di ridurre l'ospedalizzazione per più di 24 ore e i decessi fino all'85% quando somministrato ai pazienti come trattamento precoce per COVID- 19.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno autorizzato l'uso di emergenza di Sotrovimab, un anticorpo monoclonale, per il trattamento di pazienti di età pari o superiore a 12 anni con malattia da COVID-19 da lieve a moderata che sono a rischio di progressione verso il ricovero in ospedale o la morte. In studi preclinici, Sotrovimab ha dimostrato efficacia come monoterapia contro varianti della malattia ampiamente circolanti.

"Un tale nuovo risultato qualitativo non sarebbe stato possibile se non fosse stato per l'entusiasmo della leadership degli Emirati Arabi Uniti di affrontare in modo proattivo la pandemia, attrarre e fornire farmaci innovativi che si dimostrano efficaci ed efficienti e adottarli come protocolli di trattamento", ha affermato il dottor Abdul Rahman bin Mohammad bin Nasser Al Owais, Ministro della salute e della prevenzione.

"Il nuovo farmaco contribuirà notevolmente ad accelerare il recupero dei pazienti, riducendo i decessi correlati a Covid-19 e il periodo di ricovero in unità di terapia intensiva. Sosterrà anche gli sforzi del paese per condurre test Covid-19 e somministrare vaccini, mantenendo la sua posizione di leader tra i paesi più importanti del mondo, affrontando in modo efficiente la pandemia Covid-19", ha detto il ministro.

"Questo risultato è ancora un altro passo avanti che corona gli sforzi scrupolosi compiuti dalla nostra saggia leadership, che non risparmia sforzi per sfruttare tutte le capacità e le risorse per proteggere la salute degli Emirati Arabi Uniti e salvaguardare i guadagni del paese raggiunti nel corso degli ultimi anni su tutti i livelli ", ha aggiunto Al Owais.

Ha sottolineato l'importanza dei partenariati tra il settore sanitario degli Emirati Arabi Uniti, gli istituti di ricerca internazionali e il settore medico e farmaceutico privato e facendo affidamento sulla scienza e sull'innovazione. Questa è una delle grandi lezioni apprese dalla pandemia Covid-19, in cui gli Emirati Arabi Uniti hanno dimostrato il loro successo nell'affrontare la più grande crisi sanitaria della storia moderna.

"La scoperta di soluzioni e trattamenti innovativi al fine di fornire servizi sanitari distinti ed efficaci, specialmente durante le pandemie, può aiutare i governi ad affrontare le crisi sanitarie in modo più efficace ed efficiente", ha osservato il ministro.

"Fin dai primi giorni della pandemia, la strategia MOHAP si è concentrata sull'adozione di nuove tecnologie promettenti, inclusi test, vaccini e trattamenti nei nostri sforzi per sottomettere COVID-19", ha detto il dottor Mohamed Salim Al Olama, Sottosegretario al Ministero di Salute e prevenzione.

"Siamo stati lieti di collaborare con GSK per garantire che siano presenti elementi critici per garantire un accesso precoce, dalle licenze e le spedizioni alla formazione e nuove linee guida per i medici, ha osservato, aggiungendo che sono in atto nuove linee guida per guidare i medici su un uso appropriato e come indirizzare i pazienti ai centri in cui sarà disponibile Sotrovimab.

Al Olama ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti sono sempre stati proattivi nell'approvazione e nella registrazione di farmaci innovativi globali, secondo un meccanismo innovativo sviluppato per valutare e approvare i farmaci primi nel loro genere, aggiungendo che la licenza del trattamento innovativo 'Sotrovimab' arriva in implementazione di Legge n. 8 del 2019 sui prodotti medici, le professioni farmaceutiche e gli stabilimenti farmaceutici.

Gli Emirati Arabi Uniti sono diventati il primo paese al mondo a concedere in licenza e utilizzare i trattamenti GSK grazie alla partnership strategica di lunga data con l'azienda sanitaria leader a livello globale e alla fiducia nella posizione globale degli Emirati Arabi Uniti. Ciò si aggiunge al fatto che gli Emirati Arabi Uniti hanno una visione chiara e la ferma convinzione che il raggiungimento di una soluzione radicale alla pandemia avverrà attraverso un'ampia solidarietà e cooperazione internazionale e migliorando la qualità e l'efficienza dei sistemi sanitari, delle capacità logistiche e delle principali infrastrutture globali.

I nuovi farmaci, che sono stati approvati dopo essersi dimostrati efficaci nel trattamento delle nuove varianti di Coivd-19, aiuteranno ad accelerare il recupero delle persone infette e ridurre i decessi tra i pazienti Covid-19. Sarà un punto di svolta nella battaglia in corso contro il coronavirus alla luce dei notevoli progressi compiuti dagli Emirati Arabi Uniti nella fornitura di vaccini e trattamenti, qualcosa che ha portato a risultati tangibili tra cui l'aumento dei recuperi di Covid-19 e la significativa diminuzione di decessi di Covid- 19.

"GSK si impegna a portare i nostri migliori progressi scientifici ai pazienti nell'intestino", ha affermato Gizern Akalin, amministratore delegato e vicepresidente di GSK Gulf, con sede a Dubai.

"Stiamo lavorando in stretta collaborazione con MOHAP per garantire che i nostri farmaci e vaccini innovativi siano disponibili per i pazienti che ne hanno bisogno, una missione che ha assunto una nuova urgenza durante la pandemia", ha aggiunto Akalin.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.


Nessun commento:

Posta un commento