L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 15 giugno 2021

Fatti clamorosi picconano i vaccini sperimentali dell'influenza covid

Bimbo 5 mesi muore di trombosi diffusa 2 giorni dopo la vaccinazione COVID della madre

Un Bimbo di 5 mesi muore poche ore dopo che sua madre ha ricevuto la seconda dose del vaccino sperimentale Pfizer / BioNTech Covid.

Il medico che aveva cercato di salvare la vita del bambino, solo un paio di settimane prima, ha segnalato l’incidente al Vaccine Adverse Event Recording System il 4 aprile.

Il rapporto (che può essere trovato qui con il codice VAERS ID – 1166062) spiega in dettaglio che la madre del bambino aveva ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer il 17 marzo, mentre era al lavoro. Il giorno dopo il suo bambino di cinque mesi, ancora allattato al seno, aveva sviluppato un’eruzione cutanea e piangeva in modo inconsolabile. Il bambino si era rifiutato di mangiare ed era sopraggiunto uno stato febbrile.

Nel rapporto il medico descrive come la madre avesse portato il bambino, molto sofferente, al pronto soccorso dell’ospedale locale, dove erano stati effettuati i primi accertamenti. Si era scoperto che il bambino aveva gli enzimi epatici sopra la norma. Il bambino è stato ricoverato per le cure, ma si era aggravato ed è morto due giorni dopo, il 20 marzo 2021.

Bimbo esposto al vaccino Pfizer attraverso il latte materno

Il bambino non aveva allergie note, difetti di nascita, disabilità o condizioni preesistenti. E’ stato esposto solo al vaccino Pfizer attraverso il latte materno.

Il rapporto elenca anche diverse altre condizioni che si erano sviluppate prima della tragica morte del bambino, oltre agli enzimi epatici elevati come dettagliato nella relazione medica. Gli enzimi epatici elevati indicano un’infiammazione o un danno alle cellule del fegato e possono essere causati dall’abuso di alcol o di droga.

Questo lattante di cinque mesi aveva anche sviluppato porpora trombotica trombocitopenica. Questa è una condizione che porta alla formazione di coaguli di sangue nei piccoli vasi sanguigni di tutto il corpo. Questo, a sua volta si traduce, in un basso numero di piastrine e di globuli rossi a causa della loro rottura. Questo causa spesso disfunzioni ai reni, al cuore e al cervello ed è proprio la condizione che è dimostrato essere causata dal “vaccino” a vettore virale di AstraZeneca. Ora sembra che abbiamo la prova che anche il vaccino Pfizer può causare lo stesso disturbo.

Nessun commento:

Posta un commento