L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 8 giugno 2021

Si è voluto abbattere la Resistenza dei palestinesi anche con il carcere

MEDITERRANEO
06 Giugno 2021 22:53
Sapete quanti palestinesi ha arrestato dal 1967 ad oggi Israele?

La Redazione de l'AntiDiplomatico


Avete mai provato a immaginare quanti sono i palestinesi passati per le carceri israeliane dal 1967 ad oggi? Lo ha calcolato una ONG palestinese e la cifra è spaventosa: circa 1 milione di palestinesi sono stati stati arrestati dalle forze israeliane dalla guerra in Medio Oriente del 1967, secondo quanto riporta il quotidiano Daily Sabah.

"Tra le persone detenute c'erano circa 17.000 donne e ragazze e 50.000 bambini", ha affermato in una nota la Commissione per le Questioni dei Detenuti e degli Ex-detenuti. La ONG ha affermato che dal 1967 sono stati registrati più di 54.000 ordini di detenzione amministrativa. politica di detenzione amministrativa consente alle autorità israeliane di estendere la detenzione di un prigioniero senza accusa né processo.

"Un totale di 226 detenuti sono morti nelle carceri israeliane dal 1967”, ha poi aggiunto l’ONG.

Inoltre, la Commissione per le Questioni dei Detenuti e degli Ex-detenuti, ha affermato che tutti i detenuti hanno subito "qualche forma di tortura fisica o psicologica, abuso morale e trattamento crudele”.

Si stima che circa 4.500 palestinesi siano detenuti nelle carceri israeliane, tra cui 41 donne, 140 minori e 440 detenuti amministrativi, secondo i dati raccolti dalle organizzazioni sui diritti dei prigionieri.

Durante la guerra in Medio Oriente del 1967, Israele occupò la Cisgiordania, Gerusalemme Est, le alture del Golan in Siria e la penisola del Sinai in Egitto, che fu poi restituita all'Egitto in base all'accordo di pace del 1979 con Israele.

Nessun commento:

Posta un commento