L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 15 luglio 2021

I ridotti costi di transazione non vengono rovesciati sui correntisti anzi i costi delle commissioni aumentano in maniera inaccettabile. E le banche ingrassano

FinTech: la BIS raccomanda un maggior coordinamento tra autorità nazionali


ALLEGATI

La Banca dei Regolamenti Internazionali (Bank for International Settlements - BIS) ha pubblicato un approfondimento in materia di FinTech e sulle implicazioni per il mercato.

In particolare, evidenzia la BIS, l’innovazione digitale ha portato importanti miglioramenti nella connettività dei sistemi, nella potenza e nei costi di calcolo e nell’utilizzabilità dei dati.

Questi miglioramenti hanno ridotto i costi di transazione e dato origine a nuovi modelli di business e a nuovi operatori di mercato.

Tuttavia, evidenzia la BIS, la trasformazione digitale dei servizi finanziari ha dato luogo a una serie di importanti questioni in materia di concorrenza, di produzione normativa e garanzia di parità di condizioni di accesso.

Sul punto, l’approfondimento incoraggia le autorità nazionali a coordinarsi tra loro per gestire i compromessi tra stabilità e integrità del mercato, concorrenza ed efficienza, protezione e privacy dei consumatori.

Nessun commento:

Posta un commento