L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 24 luglio 2021

Ottobre 2019, sempre lì negli Stati Uniti, si pianifica l'influenza covid

Evento 201. Ottobre 2019. La Pandemia era già scritta. J.Hopkins, Gates e World Economic Forum23 

Luglio 2021, di Leopoldo Gasbarro

Avete mai sentito parlare dell’ Evento 201? Non sapete cosa sia vero? Ebbene provate a pensare che effetto vi farebbe se sapeste che solo tre mesi prima che tutto cominciasse davvero, qualcuno avesse “IPOTIZZATO” la nascita, lo sviluppo e gli esisti di una Pandemia da Coronavirus in tutti i suoi dettagli? Che effetto vi farebbe se sapeste che i registi della simulazione fossero: Il Johns Hopkins Center for Health Security, il World Economic Forum e la Bill & Melinda Gates Foundation?

Che effetto vi farebbe sapendo che, a Pandemia scoppiata tutto sembrava essere già scritto? Semplice capacità previsionale per qualcosa che, tutto sommato era prevedibile oppure c’è qualcosa di più?
Evento 201, che cosa è

Il Johns Hopkins Center for Health Security, in collaborazione con il World Economic Forum e la Bill and Melinda Gates Foundation, ha ospitato l’evento 201, un esercizio di pandemia di alto livello il 18 ottobre 2019, a New York.
L’esercizio ha illustrato le aree in cui saranno necessari partenariati pubblico/privato durante la risposta a una grave pandemia al fine di ridurre le conseguenze economiche e sociali su larga scala.

Negli ultimi anni, il mondo ha visto un numero crescente di eventi epidemici, pari a circa 200 eventi all’anno. Questi eventi sono in aumento e sono dannosi per la salute, le economie e la società. La gestione di questi eventi mette già a dura prova la capacità globale, anche in assenza di una minaccia pandemica.
Gli esperti concordano sul fatto che è solo questione di tempo prima che una di queste epidemie diventi globale, una pandemia con conseguenze potenzialmente catastrofiche. Una grave pandemia, che diventa “Evento 201”, richiederebbe una cooperazione affidabile tra diverse industrie, governi nazionali e istituzioni internazionali chiave.

Non vi basta?

Ebbene. Fate un giro sul web e fermatevi all’indirizzo giusto, a quello dell’ EVENTO 201:



Vi garantisco che rimarrete a bocca aperta.

Vedrete gente immaginare la nascita, lo sviluppo, gli effetti di una Pandemia da Coronavirus. Sì proprio quella stessa Pandemia che abbiamo poi visto cambiare le nostre vite in maniera tanto radicale con l’arrivo del Covid_19. Vi sembrerà di assistere ad un “GIA’ VISTO”. Tutto quello che troverete nella simulazione ed esercitazione chiamata EVENTO 201 per tutti noi, oggi, non ha segreti.

Oggi. Ma cosa avreste pensato se l’aveste vista in diretta il 18 Ottobre del 2019 e quale sarebbe stata la vostra reazione se tutto quello che avevate visto, sentito e misurato diventasse realtà soltanto tre mesi dopo?

L’EVENTO 201 Misura gli effetti di un virus mutante che passando dagli animali, i maiali questa volta, raggiunge l’uomo ed in pochi giorni arriva in quasi tutte le parti del mondo viaggiando in aereo, nave o con qualunque altro mezzo di trasporto il Mondo Globalizzato gli metta a disposizione? E’ quasi un gioco, una simulazione che però racconta tutto in tutti i dettagli. Giocate? Giocate e poi ammonite il Mondo avvertendolo che ci saranno 65 milioni di morti, giocate avvertendo il Mondo che sarà il caso di comportarsi in un certo modo se si vogliono lenire gli effetti della Pandemia da Coronavirus.

Così, ecco il documento che riassume, ad esercitazione avvenuta, i suggerimenti che il Johns Hopkins Center for Health Security, il World Economic Forum e la Bill & Melinda Gates Foundation rivolgono a Governi, cittadini, banchieri centrali, imprenditori ed economisti. I tre organismi che partecipano all’esercitazione chiedono a gran voce una cooperazione pubblico-privata per la preparazione e la risposta alla pandemia:

“Le organizzazioni rilasciano 7 raccomandazioni in un invito all’azione congiunta”

La prossima grave pandemia non solo causerà gravi malattie e perdite di vite umane, ma potrebbe anche innescare importanti conseguenze economiche e sociali a cascata che potrebbero contribuire notevolmente all’impatto e alla sofferenza globali. Gli sforzi per prevenire tali conseguenze o per rispondervi man mano che si manifestano richiederanno livelli di collaborazione senza precedenti tra governi, organizzazioni internazionali e settore privato.

L’ esercitazione sulla pandemia dell’Evento 201, condotta il 18 ottobre 2019, ospitata congiuntamente dal Johns Hopkins Center for Health Security, dal World Economic Forum e dalla Bill & Melinda Gates Foundation, ha dimostrato vividamente una serie di queste importanti lacune nella preparazione alla pandemia, nonché alcuni degli elementi delle soluzioni tra pubblico e privato che saranno necessarie per colmarli.

Il Johns Hopkins Center for Health Security, il World Economic Forum e la Bill & Melinda Gates Foundation propongono congiuntamente quanto segue:
  • I governi, le organizzazioni internazionali e le imprese dovrebbero pianificare ora come verranno utilizzate le capacità aziendali essenziali durante una pandemia su larga scala.
  • L’industria, i governi nazionali e le organizzazioni internazionali dovrebbero collaborare per migliorare le scorte internazionali di contromisure mediche (MCM) per consentire una distribuzione rapida ed equa durante una grave pandemia.
  • Paesi, organizzazioni internazionali e società di trasporto globali dovrebbero collaborare per mantenere i viaggi e il commercio durante le gravi pandemie.
  • I governi dovrebbero fornire più risorse e supporto per lo sviluppo e l’aumento della produzione di vaccini, terapie e diagnostica che saranno necessari durante una grave pandemia.
  • Le imprese globali dovrebbero riconoscere l’onere economico delle pandemie e lottare per una preparazione più forte.
  • Le organizzazioni internazionali dovrebbero dare la priorità alla riduzione degli impatti economici di epidemie e pandemie.
  • I governi e il settore privato dovrebbero assegnare una priorità maggiore allo sviluppo di metodi per combattere la disinformazione prima della prossima risposta alla pandemia.Una descrizione completa di ciascuna raccomandazione e dell’invito all’azione è disponibile sul sito Web di Event 201.

Cosa aggiungere di più?

Nessun commento:

Posta un commento