L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 1 luglio 2021

Russia, Cina sempre di più accordo di ferro

DAL MONDO
Politica estera. Gli appuntamenti della settimana 28 giugno – 4 luglio

GIULIA ALFIERI 30 GIUGNO 2021

Bled, Slovenia

La rinnovata amicizia tra Mosca e Pechino (in contemporanea con il G20 italiano), le future sedi diplomatiche di Israele negli Emirati Arabi Uniti, i 100 anni del Partito Comunista Cinese e la nuova Costituzione del Cile tra gli appuntamenti di politica estera della settimana 28 giugno – 4 luglio

Tra gli appuntamenti di politica estera della settimana 28 giugno – 4 luglio la rinnovata amicizia sino-russa, il viaggio del ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid negli Emirati Arabi Uniti, la “Direct Line” per parlare con il presidente russo Vladimir Putin, il 100° anniversario del Partito Comunista Cinese e la redazione della nuova Costituzione cilena.

Lunedì 28 giugno

CINA-RUSSIA – Proprio nel giorno di inizio del G20 italiano, il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping si sono incontrati virtualmente per commemorare il 20° anniversario del trattato di amicizia sino-russa.

Martedì 29 giugno

ISRAELE – Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha visitato gli Emirati Arabi Uniti per aprire ufficialmente la nuova ambasciata di Israele ad Abu Dhabi e un nuovo consolato a Dubai.

Mercoledì 30 giugno

RUSSIA – Il presidente russo Vladimir Putin partecipa all’annuale show telefonico “Direct Line” per rispondere alle domande del pubblico russo. L’evento arriva a meno di 11 settimane rimanenti prima che la Russia tenga le elezioni parlamentari nazionali, l’ultimo voto importante prima che l’attuale mandato di Putin termini nel 2024.
Giovedì 1 luglio

SLOVENIA – La Slovenia assume la presidenza del Consiglio europeo per un periodo di sei mesi.

CINA – In Cina ricorre il 100° anniversario del Partito Comunista Cinese.



Venerdì 2 luglio

POST-BREXIT – Il primo ministro britannico Boris Johnson ospita la cancelliera tedesca Angela Merkel per discutere di questioni post-Brexit e della risposta globale alla pandemia.
Domenica 4 luglio

CILE – La Convenzione costituzionale del Cile, composta da 155 membri, si riunisce per la prima volta a Santiago per iniziare a redigere una nuova Costituzione.

Nessun commento:

Posta un commento