L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 7 agosto 2021

Di recente, la difesa aerea siriana ha affrontato con più decisione gli attacchi ostili del regime israeliano nel suo spazio aereo






06 Agosto 2021 17:36
Aereo israeliano colpito da un sistema elettronico vicino alla Siria
La Redazione de l'AntiDiplomatico


Il portale dell'aviazione russa Avia.pro ha riportato oggi che il volo effettuato da un aereo dell'esercito israeliano vicino al confine siro-libanese, è stato ostacolato dall'attacco di un sistema di guerra elettronica sconosciuto, che apparentemente ha impedito al velivolo militare di eseguire l'operazione pianificata.

Nel dettaglio di queste informazioni, Avia.pro ha allegato nel suo rapporto una mappa del processo di svolgimento della missione di ricognizione dell'aereo israeliano.

La mappa mostra l'improvviso cambiamento nella posizione dell'aereo militare israeliano, che, secondo il rapporto, era dovuto a un potente attacco elettronico che poteva essere effettuato solo dal territorio della Siria, "che indica il fatto che Damasco inizia a fornire una protezione multilivello per i suoi militari” .
L'esercito siriano è infatti armato di sistemi di guerra elettronica e gode del pieno appoggio delle potenti contromisure elettroniche russe che vengono lanciate principalmente dalla base aerea di Hmeimim, situata nella provincia di Latakia (nord-ovest), oltre che dalla marina russa base a Tartus (ovest).

Di recente, la difesa aerea siriana ha affrontato con più decisione gli attacchi ostili del regime israeliano nel suo spazio aereo.

Da parte sua, la Russia si sta muovendo per rafforzare i sistemi di difesa missilistica del Paese arabo di fronte alle aggressioni israeliane. In effetti, finora, con i sistemi russi sono stati abbattuti con successo diversi missili israeliani lanciati contro la Siria prima che colpissero i loro obiettivi.

Avia.pro , in un altro rapporto pubblicato ieri, aveva sottolineato che Israele deve tenere a mente che, se fa infuriare Mosca, i sistemi di guerra elettronica russi hanno la capacità di contrastare i sistemi antimissile del regime di Tel Aviv.

Nessun commento:

Posta un commento