L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 9 agosto 2021

Il 27 agosto scadono i nove mesi di validità che la scienza ha decretato per la validità dei vaccini. Il Passaporto dei vaccini sperimentali saranno prorogati per decreto legge (la grande scienza regolamentata dalle decisioni dei politici) o ci sarà l'introduzione della terza dose? Fateci ridere

6 AUG, 2021
Che cosa cambia da oggi con il green pass

Da settembre la certificazione verde sarà richiesta per tutti i trasporti di media e lunga percorrenza, al personale scolastico e agli studenti delle università per frequentare le lezioni in presenza. Ma i primi veri cambiamenti sono già qui


Il governo ha ampliato all’accesso a ulteriori luoghi e servizi l’obbligo del green pass, la certificazione europea che attesta l’avvenuta vaccinazione, la guarigione o la negatività a un test per Covid-19 effettuato nelle 48 ore precedenti. Da settembre verrà richiesto per viaggiare sui trasporti a media e lunga percorrenza, a tutto il personale scolastico e alle studentesse e agli studenti dell’università. Ma già da oggi, 6 agosto, il green pass è diventato obbligatorio per consumare al chiuso nei locali e partecipare a tutti gli eventi aperti al pubblico (sebbene non per le funzioni religiose). Le nuove misure sono state decise dal Consiglio dei ministri il 5 agosto e sono consultabili sul comunicato stampa emesso dal Governo, tuttavia non è ancora disponibile il testo del decreto legge approvato ieri.
Scuola e università

Sembrava impossibile, ma alla fine il governo è riuscito a prendere una decisione prima dell’avvio dell’anno scolastico. Il Consiglio dei ministri ha stabilito che il green pass sarà obbligatorio per tutto il personale della scuola e dell’università e che verranno sospesi i contratti e gli stipendi di chiunque si presenterà al lavoro, per cinque giorni, senza certificazione. Anche le studentesse e gli studenti universitari dovranno avere il green pass per frequentare le lezioni in presenza. Mentre nelle scuole sarà obbligatorio per tutte e tutti solamente l’uso della mascherina, tranne per le attività sportive, per i minori di 6 anni e per le persone con condizioni di salute incompatibili con l’uso delle mascherine.
Trasporti

Dal primo settembre il green pass sarà obbligatorio su tutti i trasporti a media e lunga percorrenza, quindi aerei, treni ad alta velocità, Intercity e Intercity notturni, autobus e traghetti che collegano più regioni tranne quello che collega Messina e Reggio Calabria. Ancora però non è stato deciso sull’utilizzo della certificazione per i trasporti pubblici locali o per i treni regionali.
Tamponi

Il ministro Speranza ha annunciato che i tamponi verranno venduti a un “prezzo abbattuto di 8 euro per le persone tra i 12 e i 18 anni”, mentre “di 15 euro per i maggiori di 18 anni”, fino al 30 settembre.
Eccezioni

Fino al 15 ottobre, saranno esclusi dal green pass tutti i cittadini di San Marino vaccinati con Sputnik V, il vaccino russo non approvato dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema).
Dove servirà il green pass dal 6 agosto

Sarà necessario per consumare al chiuso nei locali, per assistere a spettacoli e competizioni sportive, per accedere a musei e mostre, per andare in piscina, in palestra, nei centri benessere, termali e fare sport di squadra al chiuso. E ancora, per partecipare a sagre, fiere, convegni, congressi, andare nei centri culturali, sociali e ricreativi, nei parchi a tema, nelle sale gioco o scommesse, nelle sale bingo e nei casinò e, infine, per partecipare ai concorsi pubblici.

Per poter usufruire di tutti questi servizi basterà aver ricevuto una sola dose di vaccino, essere guariti o risultare negativi a un test per il Covid-19. La nuove disposizioni non si applicano alle persone di età inferiore ai 12 anni e per tutte le persone escluse dalla campagna vaccinale sulla base di comprovate esigenze sanitarie. Inoltre il green pass non sarà necessario nei centri educativi per l’infanzia, per i centri estivi e per consumare nelle attività di ristorazione lì presenti.

Nessun commento:

Posta un commento