L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 3 agosto 2021

Il Casinò Wall Street può continuare a giocare, il flusso dei miliardi assicurati dalla stamperia della Fed fin dal 17 settembre del 2019, non si interromperanno, se ci fosse bisogno chiameranno l'influenza covid delta per non far smettere l'afflusso di dollari. Il mercato del lavoro è la foglia di fico

Wall Street sale in prospettiva di un maggiore stimolo; Dow +130 pt

 02.08.2021 15:36

© Reuters.

Di Geoffrey Smith

Investing.com – I mercati USA hanno aperto in salita lunedì, nelle aspettative di livelli sostenuti di stimolo monetario negli USA e nel proseguimento di una stagione positiva di utili del secondo trimestre.

Alle 9:35 AM ET (1535 CEST), il Dow Jones Industrial Average era in salita di 132 punti o dello 0,4%, a 35.068 punti. L’S&P 500 ed il Nasdaq Composite sono saliti entrambi dello 0,5%.

Durante il weekend, Lael Brainard del consiglio direttivo della Fed ha confermato il messaggio della banca centrale secondo cui il mercato del lavoro è ancora troppo lontano dai livelli pre pandemia perché la Fed riduca il ritmo degli acquisti.

Il sentimento è stato sostenuto anche dalla notizia secondo cui gli enti regolatori cinesi starebbero cercando un dialogo con la Securities and Exchanges Commission sul problema delle quotazioni di aziende cinesi sui listini USA.

Nessun commento:

Posta un commento