L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 4 agosto 2021

La narrazione ha bisogno della terza dose, la pressione di terrore sui popoli non può diminuire mentre LORO cercano di aggiustare un'economia che mostra crepe impossibili da ignorare e sanare

Londra: terze dosi per 32 milioni di inglesi dal mese prossimo

Maurizio Blondet 3 Agosto 2021

UNO SCOOP DEL TELEGRAPH
I vaccini di richiamo saranno offerti a 32 milioni di britannici a partire dall’inizio del prossimo mese con un massimo di 2.000 farmacie che consegneranno il programma.

Tra i timori che l’efficacia dei vaccini possa iniziare a diminuire, i ministri stanno pianificando di fornire una media di quasi 2,5 milioni di terze dosi a settimana a partire dalla prima settimana di settembre.

Le farmacie saranno in prima linea nel programma vaccinale in modo che i medici di base e altro personale del SSN possano concentrarsi sul crescente arretrato di pazienti in attesa di altri trattamenti. A tutti gli adulti di età pari o superiore a 50 anni, nonché agli immunodepressi, verranno offerte le punture di richiamo.

L’integrale qui:


La campagna potrebbe iniziare non appena il 6 settembre, il che vedrebbe il lancio completato all’inizio di dicembre .

Sono state formulate proposte per la co-somministrazione del vaccino contro il Covid-19 insieme al vaccino antinfluenzale , con una iniezione in ogni braccio.

I ministri stanno considerando di dare alle persone una dose di richiamo diversa rispetto al vaccino che hanno ricevuto per la prima e la seconda dose, dopo che i primi studi hanno suggerito che la combinazione di vaccini potrebbe provocare una risposta immunitaria potenziata. Potrebbe significare una significativa riduzione nell’uso di AstraZeneca.

Sono in fase di test sette iniezioni, con i vaccini mRNA Pfizer-BioNTech e Moderna e il vaccino proteico subunità Novavax che mostra risultati positivi nei dati preliminari.

Nessun commento:

Posta un commento