L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 16 agosto 2021

Se viene richiesto a un museo di rinunciare alla parità di trattamento per motivi che non possono che essere recepiti come strumentali; in quanto non connessi alla tipologia di spazio e attività; intendo pacatamente ricordare che i musei sono per loro vocazione luoghi di inclusione

Direttrice di un museo privato contraria al Green Pass

-15 Agosto 2021


Maria Gabriella Capizzi, direttrice del museo privato Archimede e Leonardo di Siracusa, è contraria al Green Pass nei musei. Dopo le dimissioni del Direttore del Museo Cappella Sansevero, Fabrizio Masucci, ora si aggiunge anche questo caso. Con la differenza che stavolta la direttrice si è detta pronta a chiudere l’ente.

Il direttore del Museo Cappella Sansevero contrario al Green Pass

Ricordiamo il caso di Fabrizio Masucci, che, per la sua contrarietà al Green Pass, ha dato le dimissioni da Direttore del Museo Cappella Sansevero di Napoli. Si è dimesso dopo il 6 agosto, data dell’obbligo della certificazione verde per accedere ai musei. Riportiamo un estratto della toccante lettera inviata al Governo: 

Direttrice di un museo privato contraria al Green Pass

0
140
museo green pass

Maria Gabriella Capizzi, direttrice del museo privato Archimede e Leonardo di Siracusa, è contraria al Green Pass nei musei. Dopo le dimissioni del Direttore del Museo Cappella Sansevero, Fabrizio Masucci, ora si aggiunge anche questo caso. Con la differenza che stavolta la direttrice si è detta pronta a chiudere l’ente.

Il direttore del Museo Cappella Sansevero contrario al Green Pass

Ricordiamo il caso di Fabrizio Masucci, che, per la sua contrarietà al Green Pass, ha dato le dimissioni da Direttore del Museo Cappella Sansevero di Napoli. Si è dimesso dopo il 6 agosto, data dell’obbligo della certificazione verde per accedere ai musei. Riportiamo un estratto della toccante lettera inviata al Governo: “Se viene richiesto a un museo di rinunciare alla parità di trattamento per motivi che non possono che essere recepiti come strumentali; in quanto non connessi alla tipologia di spazio e attività; intendo pacatamente ricordare che i musei sono per loro vocazione luoghi di inclusione. E che l’accesso paritario all’arte e alla cultura, diritto di tutti, dovrebbe essere sacrificato solo all’esito”..

Nessun commento:

Posta un commento