L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 27 settembre 2021

“Se la NATO non sarà in grado di difendere la popolazione ortodossa in Kosovo lo farà la Serbia”

SERBIA/KOSOVO: a due passi dallo scontro.

Dal Web:

Mentre noi languiamo, nel mondo continuano ad aprirsi fronti.
Il governo di Belgrado ha lanciato un ultimatum: “Se la NATO non sarà in grado di difendere la popolazione ortodossa in Kosovo lo farà la Serbia”.
Nel nord dell’autoproclamata “repubblica” del Kosovo, infatti, continuano da settimane le vessazioni verso la minoranza serba. L’ambasciatore russo in Serbia ha visitato le truppe al fronte.

P.s.: Il narco-stato del Kosovo, creato dalla NATO in funzione anti-russa e legato anche alla Turchia di Erdogan, ospita contemporaneamente la più grande base USA dell’Europa dell’est e (guarda caso) il più grande campo d’addestramento dell’ISIS nel nostro continente.
Noi parliamo di Pfitzer, da altre parti la storia va avanti (e precipita).

kossovo-ambasL’ambasciatore russo a Belgrado in visita alle truppe serbe assestate sul confine col Kosovo

SERBIA/KOSOVO: è ormai costante l’afflusso di carri armati serbi verso il confine.

Video Player
00:00
00:18

SERBIA/KOSOVO: è ormai costante l’afflusso di carri armati serbi verso il confine.

Frattanto in Siria..

IDLIB, Siria.
La Turchia sta ammassando artiglieria e mezzi pesanti nella zona occupata dai “suoi” guerriglieri, in risposta ai continui bombardamenti russi che preparano l’avanzata dell’esercito siriano.

turchi-siria

Nessun commento:

Posta un commento