L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 16 ottobre 2021

“ non abbiamo bisogno di fare niente, niente, basta guardare come si autodistrugge l’Occidente ”

I russi sono esterrefatti dalla stupidità suicida dell’Occidente

(Traduzione automatica)

La crisi energetica si autoimposta in cui l’UE sta simultaneamente cercando di fermare la carbonizzazione mentre ALLO STESSO TEMPO chiede alla Russia di aumentare la sua produzione di energia?

Per quanto riguarda gli ucraini, Putin ha appena offerto loro, ancora una volta, non per $ 1500/metro cubo ma per $ 175. Ma questo stato vassallo degli Stati Uniti rifiuta con orgoglio tali offerte.

Il fatto che lo zio Sam-uel abbia promesso le sue “molecole di libertà” – gas liquefatto americano – all’UE ma ora le sta vendendo all’Asia (che ha i mezzi per pagare molto di più). Eppure l’UE rimane sottomessa agli USA come sempre…

O il fatto che tutti, uniti, consolidati media occidentali accusino la Russia di aver creato la crisi energetica mentre, in realtà, la Russia non solo ha adempiuto a tutti i suoi contratti ma ha addirittura AUMENTATO (del 10% ) le sue vendite al di sopra del suo contratto? Putin ha ripetuto più volte “dicci di cosa hai bisogno, dacci un contratto da firmare e noi ti consegneremo tutto ciò di cui hai bisogno!”

Poi c’è Victoria “fanculo l’UE” Nuland che è andata in visita ufficiale a Mosca dove, a quanto pare, ha chiesto ai russi di revocare unilateralmente le controsanzioni russe mentre gli Stati Uniti non lo avrebbero fatto.

Ecco come le élite occidentali sembrano “pensare” (sono generoso qui).

  1. Accusiamo la Russia di tutto e di niente
  2.  Quando questi bastardi russi hanno il coraggio di chiedere prove
  3. Li accusiamo un po’ di più
  4. E poi questi bastardi russi hanno il coraggio di riferirsi ai fatti
  5. Poi loro diciamo che li sanzioneremo
  6. E poi questi bastardi russi hanno il coraggio di contro-sanzionarci
  7. Poi ci impegniamo in esercitazioni militari proprio lungo il confine russo
  8. E poi questi bastardi russi hanno il coraggio di impegnarsi anche in esercitazioni militari proprio lungo il confine russo
  9. Quindi, cerchiamo di spaventarli per “negoziare da una posizione di forza” con le nostre parole vuote sull’essere invincibili
  10. E poi questi bastardi russi progettano e dispiegano sistemi di armi che possiamo solo sognare
  11. Quindi diciamo ai russi mentre che vogliamo che no neutrali affrontiamo la “minaccia cinese” (a chi?)
  12. E poi questi bastardi russi ridono a crepapelle

Mi fermo qui, ma voglio sottolineare ciò che Putin e molti analisti russi stanno dicendo: l’Occidente consolidato è così totalmente fuori dal contatto con la realtà che sta, in sostanza, suicidarsi. Putin e altri hanno già detto molte volte anche quanto segue: “ non abbiamo bisogno di fare niente, niente, basta guardare come si autodistrugge l’Occidente ”.

Sull’Ucraina: leggere attentamente l’articolo di Medvedev. Alcuni dicono che non è stato scritto da lui, ma da Putin. La spiegazione più probabile è che questo testo sia stato preparato, vagliato e approvato dal Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa (dove Medvedev ricopre la carica di vicepresidente) e che il motivo per cui Medvedev lo ha firmato sia stata la diplomazia: potrebbe essere molto più diretto di Presidente Putin, ma puoi star certo che questo articolo esprime il punto di vista di Putin.

I russi ora chiamano apertamente l’Ucraina uno stato vassallo degli USA e dicono che non ha senso parlare con gli ucraini, solo con i loro padroni, da qui la visita di Nuland in Russia.

I russi non stanno (ancora?) ufficializzando apertamente l’intera UE uno stato vassallo degli USA, ma lo suggeriscono con forza.

Quindi, dal punto di vista russo, solo gli Stati Uniti conservano almeno un po’ di agenzia e, quindi, vale la pena parlare.

Eppure gli Stati Uniti pre-2021 sono morti e se ne sono andati.

Ciò che resta è una società profondamente disfunzionale in cui le élite al potere sembrano preoccuparsi solo della fluidità di genere e dei diritti delle transessuali, della positività del corpo, dell’ideologia di Woke, della “matematica inclusiva” e persino di un Superman omosessuale ( che quindi dovrebbe essere ribattezzato “superpersona” suppongo! ). Tuttavia, i russi parleranno con questa aspirante entità Wakanda, se non altro perché quest’ultima ha ancora armi nucleari (e un bel po’ di slancio rimasto, anche morto), ma non ritrovato ALCUN bisogno di prenderla molto sul serio o di fare molto per esso.

Come ho scritto molte volte prima, il futuro della Russia non è in Occidente, ma nel Sud (Asia centrale, Medio Oriente), nell’Est (Cina) e nel Nord (Artico).

Per quanto riguarda il manicomio chiamato “Europa”, i russi lasceranno che il “generale Inverno” se ne occupi e cercheranno di riportarli dalla “loro terra multiculturale di lala” e il culto di Greta Thunberg alla realtà.

La speranza muore per ultima, suppongo…

Concludo con un aneddoto personale. Mentre studiavo alla School of International Service ( SIS ) dell’Università americana ho avuto un insegnante assolutamente fantastico, un ex agente della Marina di origine polacca. Le sue lezioni erano assolutamente superbe, ogni volta. Un giorno, abbiamo fatto qualcosa di veramente interessante (e divertente!): per metà della classe abbiamo letto lettere di ufficiali tedeschi della seconda guerra mondiale che prestavano servizio sul fronte orientale nelle prime fasi dell’invasione: erano pieni delle soli cose sui subumani russi che si i loro culi sono stati presi a calci dalla “razza principale portatrice di cultura” (Kulturträger Herrenvolk ).Nella seconda metà della lezione abbiamo letto anche lettere scritte da ufficiali tedeschi, ma dopo Stalingrado, in cui chiamavano in realtà dei quasi-superumani russi. Il contrasto era assolutamente incredibile.

Nulla fa rabbrividire qualcuno ubriaco di ideologia come un confronto brutale con una realtà che non può essere negata.

Lo stesso è successo ai francesi, tra l’altro. La parola russa shval’ (шваль) significa approssimativamente feccia/spazzatura/senza valore deriva dalla parola francese “cheval”, che significa cavallo. Riesci a indovinare perché? Perché i francesi in ritirata hanno dovuto usare i loro cavalli morti come cibo! Per i dettagli, consiglio vivamente questo libro “ Les Cahiers du capitaine Coignet ” – queste sono le note di diario di Jean-Roch Coignet , che partecipò a tutte le guerre napoleoniche. È una lettura affascinante e apre gli occhi su come ha vissuto un soldato francese in tutti questi anni.

Posso solo immaginare come l’attuale follia di massa in Occidente entrerà nei libri di storia. Forse come la più stupida e incredibile autodistruzione della storia?

—Andrei


https://www.maurizioblondet.it/i-russi-sono-esterrefatti-dalla-stupidita-suicida-delloccidente/

Nessun commento:

Posta un commento