L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 7 ottobre 2021

Più che malati non vaccinati abbiamo morti da vaccini sperimentali, chiaramente non "correlati". La bolla della narrazione statunitense sull'influenza covid fa acqua da tutte le parti

La TV locale di Detroit chiede storie di morti non vaccinate per COVID – Ottiene invece oltre 180K risposte di danneggiati e morti da vaccino

Maurizio Blondet 2 Ottobre 2021

di Brian Shilhavy
Editor, Health Impact News

La narrativa dei media aziendali secondo cui le persone non vaccinate stanno riempiendo gli ospedali e muoiono di COVID sta rapidamente crollando, forse più velocemente di quanto si aspettassero.

Venerdì scorso WXYZ TV Channel 7 a Detroit ha chiesto ai suoi spettatori sulla loro pagina Facebook di inviare un messaggio diretto se avessero perso una persona cara a causa di COVID-19 se si fossero rifiutati di ottenere uno dei vaccini COVID-19.

Questa è una chiara indicazione che stanno cercando disperatamente di trovare queste storie e stanno avendo difficoltà a trovarle.

Non so se hanno ricevuto storie del genere tramite messaggistica diretta, ma il post sulla loro Pagina Facebook, al momento della pubblicazione oggi, ha ricevuto oltre 182.000 commenti e sembrano essere tutti commenti di coloro che hanno perso l’amore quelli dopo aver ricevuto uno scatto COVID e commenti chiedendo loro perché non stanno coprendo quella storia.

Ho sfogliato molte dozzine di commenti e non ne ho visto uno che affermasse di aver perso qualcuno a causa del COVID dopo aver rifiutato uno scatto COVID-19.

Le persone che sono state messe a tacere e censurate su Facebook e altre piattaforme Big Tech hanno invece approfittato dell’opportunità per condividere le loro storie. È incredibile che Facebook li abbia lasciati, ma dopo che così tanti avevano commentato, probabilmente sarebbe stata una storia ancora più grande se avessero rimosso il post e i commenti.

Mi chiedo cosa farà WXYZ ora? Faranno quello che fa la maggior parte delle società di media aziendali, alimentate da risorse quasi illimitate dai loro miliardari proprietari di Wall Street che sono quasi tutti collegati all’industria farmaceutica, e usciranno e assumeranno attori invece per fare la storia e inventarli?

Ecco alcune schermate dei commenti che sono rappresentative di ciò che le persone stanno postando, nel caso in cui lo tolgano.

Nessun commento:

Posta un commento