L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 14 novembre 2021

13 novembre 2021 - byoblu

 LE INTERVISTE DI BYOBLU

CONVEGNO POLITICHE PANDEMICHE,TORINO: L’INTERVENTO DI FILOSOFI, MEDICI E GIURISTI

Il filosofo Massimo Cacciari ha fatto il punto sull’attuale situazione pandemica ai microfoni di Byoblu. A proposito della chiusura delle piazze nei confronti delle manifestazioni No Green Pass, il filosofo ha definito la decisione come “incredibile, anche soltanto da discutere”. Il giornalista Carlo Freccero ha invece parlato dell’importanza dell’informazione, sottolineando a riguardo il ruolo fondamentale svolto da Byoblu.

L’oncologo Mariano Bizzarri ha invece analizzato il rapporto rischi-benefici degli attuali vaccini anti-Covid. L’accusa di Bizzarri è rivolta a una scienza ormai considerata dogma, a discapito del dubbio di popperiana memoria.

Il costituzionalista Ugo Mattei ha ribadito l’importanza della cultura critica, che consente di confrontarsi riguardo ai grandi temi che influenzano direttamente la nostra vita.

Infine, il filosofo Geminello Preterossi si è pronunciato in relazione alla crisi democratica che stanno attraversando diversi Paesi al mondo, tra cui l’Italia. Il risultato è una società sempre più basata sulla prevenzione e sul controllo, attraverso anche le nuove tecnologie a disposizione.

Il giornalista Carlo Freccero si è invece espresso riguardo all’importanza dell’informazione. Secondo l’autore televisivo bisognerebbe contrastare i canali mainstream. Freccero ha sottolineato a proposito il ruolo svolto da Byoblu.

https://www.byoblu.com/2021/11/13/convegno-politiche-pandemiche-torino-interventi/

Nessun commento:

Posta un commento