L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 9 novembre 2021

Anche se è gratis ma impone il tampone farlocco massivamente dal momento che questo non riesce a distinguere il raffreddore, il mal di gola e l'influenza risulteranno positivi una gran massa. Ricordiamolo che sono a contatto con un virus e non obbligatoriamente il covid e la gran parte di questi non presenta nessun sintomo di malattia ma li fanno entrare nel calderone per alimentare la propaganda della paura&terrore nuovo metodo di governo

Covid: in Germania torneranno test gratis per tutti
Partiti coalizione per Greenpass tedesco sul posto di lavoro

© ANSA/EPA

Redazione ANSABERLINO
08 novembre 202120:20NEWS

(ANSA) - BERLINO, 08 NOV - In Germania presto tornerà la possibilità di testarsi gratuitamente contro il Covid per tutti.

È il provvedimento a cui si è detto favorevole il ministero della Salute in accordo con i partiti del cosiddetto "semaforo", che lavorano alla formazione di una coalizione per il futuro governo di Spd, Verdi e Fdp.

Secondo il direttore generale del gruppo parlamentare dei liberali, Marco Buschmann, inoltre, i tre partiti vorrebbero inserire la regole del cosiddetto "3 G" sul posto di lavoro, rendendo quindi necessario per il lavoratore dimostrare di essere vaccinato, guarito o in possesso di un test negativo.
I liberali sarebbero inoltre contrari a un nuovo incontro delle regioni con l'attuale governo uscente (chiesto a gran voce dai governatori di Baviera e Sassonia) e assicurano che alla fine del cosiddetto stato di emergenza pandemico - il parlamento non dovrebbe prorogarlo il 25 novembre lasciandolo scadere - non vi sarà alcun vuoto legislativo. La Repubblica federale è alle prese con un'esplosione di contagi e oggi si è registrato un record dell'indice settimanale dei casi positivi su 100 mila abitanti, salito a 201,1; ma in alcuni distretti è arrivato a toccare quota 1000. Inoltre preoccupa l'allarme lanciato da diverse regioni sul sovraccarico delle strutture sanitarie (come in Sassonia, Turingia, e Baviera, dove si sta per arrivare al semaforo rosso). (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento