L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 19 novembre 2021

La fiducia è stata tolta alle istituzioni, ai decisori politici. Loro lo sanno ma hanno adottato il nuovo metodo di governo basato sulla PAURA&TERRORE

In due anni di pandemia cala la fiducia in medici e politici

A Sydney e nel resto dell'Australia, a causa degli effetti della pandemia e delle continue restrizioni, cala la fiducia della popolazione nei confronti di medici e politici (foto d'archivio)

Keystone

La fiducia del pubblico nel secondo anno di pandemia ha rafforzato la fiducia in infermieri, paramedici delle ambulanze e vigili del fuoco.

18.11.2021 - 07:45

La rilevazione annuale sulle percezioni di condotta etica, condotta in settembre su un campione di 1000 persone dal Governance Institute of Australia, mostra che la fiducia nella società e nelle istituzioni si è ridotta da un massimo record di 52 nel 2020 a 45 quest'anno, dopo i ritardi e gli inciampi iniziali della campagna di vaccinazione e i disaccordi sulle chiusure dei confini tra diversi stati.

Tra le occupazioni più fidate, vigili del fuoco, infermieri e paramedici hanno mantenuto i primi posti, ma i medici generici sono scesi al quinto posto con un punteggio di 71 rispetto a 80 di un anno fa. I parlamentari federali e statali sono fra le 10 categorie in fondo alla classifica, in compagnia di agenti immobiliari, avvocati e dirigenti di aziende straniere operanti in Australia. Tra i settori considerati più etici, i primi tre posti vanno a sanità, istruzione ed enti benefici.

SDA

Nessun commento:

Posta un commento