L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 15 novembre 2021

La pianificazione per imporre l'ideologia dell'inoculazione obbligatoria non obbligatoria dei vaccini sperimentali non avviene automaticamente, ci riserva contraddizioni e vere e proprie OPPOSIZIONI a tutti i livelli

Oklahoma Guard si ribella, rifiuta il mandato del vaccino COVID dopo un improvviso cambio di comando

Maurizio Blondet 14 Novembre 2021

il nuovo comandante della Guardia nazionale dell’Oklahoma ha dichiarato che l’organizzazione non applicherà il mandato di vaccinazione COVID-19 del Dipartimento della Difesa alle sue truppe.

Esercito Brig. Il generale Thomas Mancino è stato annunciato come nuovo aiutante generale dello stato mercoledì, anche se non è stato ancora confermato dal Senato dello stato, secondo un comunicato stampa dell’ufficio del governatore Kevin Stit

Il 2 novembre, Stitt ha chiesto formalmente al Dipartimento della Difesa di non applicare il mandato ai membri dell’Esercito e della Guardia Nazionale Aerea dello stato. Nella lettera, che il suo ufficio ha pubblicato online, ha affermato che il 10% delle truppe statali aveva rifiutato il vaccino e che il mandato era “irresponsabile”.

Il Dipartimento della Difesa è a conoscenza del memorandum di Mancino e della lettera di Stitt e “risponderà al governatore in modo appropriato”, ha detto in una nota il portavoce del Pentagono John Kirby.

Non ha approfondito.

“Detto questo, il segretario Austin crede che una forza vaccinata sia una forza più pronta”, ha detto Kirby. “Ecco perché ha ordinato vaccini obbligatori per la forza totale, e questo include la nostra Guardia Nazionale, che contribuisce in modo significativo alle missioni nazionali in patria e all’estero”.

L’ex generale superiore dello stato, il generale dell’esercito Michael Thompson, ha dichiarato giovedì ai giornalisti locali di aver appreso chi era il suo sostituto tramite i social media. In precedenza era stato programmato per trasferire il comando a Mancino il 15 gennaio 2022, secondo l’Oklahoman .

Il giorno dopo aver preso le redini da Thompson, Mancino ha emesso una nota politica in cui dichiarava che lo stato non avrebbe fatto rispettare il mandato alle sue truppe quando erano sotto il controllo statale. La mossa è un apparente rifiuto degli ordini del Dipartimento della Difesa di disciplinare e infine dimettere i membri del servizio che rifiutano il vaccino.

“Nessuna guardia dell’Oklahoma sarà tenuta a prendere il vaccino COVID-19”, afferma Mancino nella nota di giovedì, in cui si afferma che Stitt è il “legittimo comandante in capo” della forza quando non è mobilitato dal governo federale.

Sebbene le truppe della Guardia Nazionale appartengano ai loro governatori quando non sono mobilitate dal Pentagono, i requisiti federali spesso sostituiscono qualsiasi uso statale della Guardia, come spesso sottolineano i leader di alto livello. Questo perché la stragrande maggioranza dei finanziamenti, dell’addestramento e delle attrezzature della Guardia proviene dal governo federale.

Non è ancora chiaro se l’ordine metterà a repentaglio tale finanziamento.

Il titolo 32, la sezione del codice degli Stati Uniti che riguarda la Guardia nazionale, include una sezione che specifica che gli stati che non rispettano i regolamenti del titolo 32 perdono il finanziamento federale per la Guardia. Non è chiaro, tuttavia, se il mandato del vaccino soddisfi tale soglia legale.

In una e-mail a Army Times, il principale portavoce di Stitt, Charlie Hannema, ha sostenuto che “l’unico modo in cui l’Oklahoma avrebbe ‘perso’ qualsiasi finanziamento federale per non aver rispettato il Titolo 32 sarebbe stato quello di ignorare l’ordine legale dell’autorità civile doppiamente eletta, vale a dire Il governatore dell’Oklahoma”.

Ma il maggiore dell’aeronautica Matthew Murphy, un portavoce dell’ufficio della guardia nazionale, ha detto a Stars & Stripes che la questione del mandato del vaccino era una “zona grigia legale che avrebbe dovuto essere esaminata dai nostri avvocati”.

“È qui che la differenza tra il titolo 32 e il titolo 10 diventa un vero problema”, ha detto Murphy a Stars & Stripes. “Nella maggior parte dei casi, le guardie sono nella loro capacità di Titolo 32, il che significa che sono in servizio statale. Per essere federalizzati, devono essere nel titolo 10”.

In una dichiarazione all’Oklahoman , il principale portavoce dello stato, il tenente colonnello Geoff Legler, ha spiegato che il memorandum “non fornisce alcuna protezione nel caso in cui abbiano bisogno di frequentare una scuola militare o un’attività di addestramento gestita da un componente in servizio attivo o dal Dipartimento di Difesa.”

Nessun commento:

Posta un commento