L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 3 dicembre 2021

Forse gli ebrei sionisti, i folli ucraini finiranno di uccidere con i missili umanitari

Israele nel panico per le misteriose armi russe che attaccano i caccia israeliani

Maurizio Blondet 2 Dicembre 2021

Avia.pro

L’incidente del 24 novembre, quasi subito dopo che i caccia israeliani hanno attaccato la Siria, ha lasciato seriamente perplesso l’IDF. Come si è scoperto, i sistemi di bordo dei caccia dell’aeronautica israeliana sono stati disabilitati a distanza. Non stiamo parlando di un guasto tecnico, poiché solo gli aerei che sorvolavano la parte centrale di Israele erano sotto attacco, e oggi solo le armi russe sono in grado di farlo, che, secondo varie fonti, potrebbero essere trasferite all’esercito siriano.

Al momento, è noto che i sistemi di bordo dei caccia F-15 e F-16 dell’aeronautica israeliana sono stati soggetti a interferenze esterne. In particolare si tratta di un malfunzionamento nei sistemi di posizionamento globale. Inoltre, a differenza della maggior parte dei casi simili, a cui le IDF sono già abituate, questa volta le modifiche sono state associate a un aumento artificiale dell’altitudine di volo dell’aeromobile. Di conseguenza, uno dei caccia si è quasi schiantato e i voli di tutti i caccia sono stati interrotti.

Al momento, tutti i voli di addestramento dei combattenti dell’aeronautica israeliana sono ancora interrotti. La chiave è che durante le manovre a bassa quota, il pilota può semplicemente schiantarsi contro una montagna o scontrarsi con il suolo – anche i sistemi di allarme di emergenza non funzionano.

Tra le altre cose, anche le operazioni militari di Israele sono minacciate, poiché anche il funzionamento dei sistemi di guida dei missili da crociera è interrotto.

Sistemi di guerra elettronica Krasukha-4 russi sono stati avvistati a 30 chilometri da DonbassI rivoluzionari sistemi di guerra elettronica Krasukha-4 russi sono stati avvistati sull’autostrada M-4 a soli 30 chilometri dal confine ucraino. I complessi trasferiti da Rostov-sul-Don, tuttavia, la loro destinazione finale rimane sconosciuta. Apparentemente, la Russia ha deciso di impegnarsi seriamente nella protezione del Donbass dalle invasioni delle forze armate dell’Ucraina, e in questo caso, sistemi di guerra elettronica in grado di creare una “zona morta” per qualsiasi elettronica e armi dell’esercito ucraino fino a il Dnepr e il Kharkov sono estremamente efficaci.

Nessun commento:

Posta un commento