L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 28 dicembre 2021

Le alture del Golan sono arabe siriane ha stabilito nel 1981 l'Onu, chiaramente gli ebrei sionisti se ne fregano

27 Dicembre 2021 14:28
I 100 mila nuovi coloni nel Golan siriano e il triste spettacolo della stampa italiana
La Redazione de l'AntiDiplomatico


Israele continua le sua politiche illegali di espansione non solo nei territori occupati palestinesi ma anche nel Golan siriano, illegalmente annesso il 14 dicembre del 1981.

Il governo del primo ministro israeliano Naftali Bennett, dopo l'annuncio del 28 ottobre scorso, ha approvato questa settimana un piano per "incrementare" di 100.000 coloni proveniente da Israele questa parte di territorio appartenente alla Repubblica araba siriana.

Provvedimento approvato dalla destra come dalla sinistra israeliana, giusto per precisare a qualche finto pacifista italico.

Giusto per ricordarlo, c'è una risoluzione del 17 dicembre 1981 che Consiglio di sicurezza ha adottato la n. 497 che condanna l'annessione di Israele e ribadisce l'identità araba siriana dal Golan.

Fin qui niente di particolare, sono innumerevoli le risoluzioni ONU che Israele non rispetta nella totale impunità

Quello che resta davvero desolante è lo spettacolo offerto dal circolo mediatico nostrano. Un piano coloniale volto a deportare un'intera popolazione a favore di un'altra, a rubare le risorse naturali, insomma un progetto coloniale come da definizione da vocabolario, ebbene per i media italiani appare come l'approvazione di un piano regolatore. Omettendo quante tensioni potrebbe scatenare in un'area già afflitta da conflitti.




Toni ben diversi usati per la Crimea e gli uiguri, quando si tratta rispettivamente di attaccare Russia e Cina per fomentare l'odio verso questi due paesi o per quelli non allineati alle volontà USA-NATO.

Nessun commento:

Posta un commento