L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 29 dicembre 2021

Le pillole-covid possono causare reazioni potenzialmente letali con farmaci ampiamente utilizzati

Le pillole antivirali COVID causano reazioni potenzialmente letali con molti farmaci comuni

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
MARTEDÌ 28 DICEMBRE 2021 - 17:11

La scorsa settimana, la FDA ha autorizzato due trattamenti antivirali molto pubblicizzati per COVID (giusto in tempo per Natale): Molnupiravir di Merck e Paxlovid di Pfizer.

Quasi immediatamente dopo la pubblicazione dei primi dati, i critici hanno messo in discussione il profilo di sicurezza dei farmaci. Ma ora che i primi corsi di questi farmaci "miracolosi" stanno trovando la loro strada nel flusso sanguigno dei pazienti, i media mainstream apparentemente ora sentono che è sicuro condividere alcune di queste critiche con il pubblico.

Per intenderci, NBC News riferisce che questi farmaci richiederanno "un attento monitoraggio" da parte dei medici prescrittori. Ciò potrebbe creare problemi e rendere i medici più riluttanti a prescrivere le medicine mentre l'onda invernale guidata dall'omicron "colpisce" il presunto scricchiolante sistema sanitario americano.

Mentre l'ondata di omicron colpisce una nazione stanca della pandemia, le prime pillole antivirali per Covid-19 promettono una protezione disperatamente necessaria per le persone a rischio di gravi malattie. Tuttavia, molte persone a cui sono stati prescritti i nuovi farmaci di Pfizer o Merck richiederanno un attento monitoraggio da parte di medici e farmacisti e gli antivirali potrebbero non essere sicuri per tutti, avvertono gli esperti.

Come promemoria, la FDA ha autorizzato Paxlovid - il farmaco Pfizer - a trattare il COVID "da lieve a moderato" solo in persone di 12 anni che hanno condizioni di base che aumentano il rischio di ospedalizzazione e morte.

Sfortunatamente, sia i farmaci di Pfizer che quelli di Merck presentano alcuni gravi inconvenienti, il più grande dei quali può causare reazioni potenzialmente letali con farmaci ampiamente utilizzati come le statine - assunte da persone con pressione alta - fluidificanti del sangue e persino alcuni antidepressivi.

Inoltre, la FDA non raccomanda Paxlovid per le persone che hanno gravi malattie epatiche e renali.

Il farmaco Merck non è stato nemmeno approvato perché gli esperti sono preoccupati per i potenziali effetti collaterali. Per questo motivo, la FDA ha limitato il suo uso agli adulti e solo in scenari in cui altri trattamenti autorizzati, inclusi gli anticorpi monoclonali prodotti da Regeneron e altri, sono inaccessibili o non sono "clinicamente appropriati".

Ecco una spiegazione più dettagliata di come funziona il farmaco Pfizer e perché potrebbe essere pericoloso per alcuni (per gentile concessione di NBC News):

Il cocktail Paxlovid è costituito da due compresse di nirmatrelvir antivirale e una compressa di ritonavir, un farmaco che è stato a lungo utilizzato come ciò che è noto come agente d'amplificazione nei regimi HIV. Ritonavir sopprime un enzima epatico chiave chiamato CYP3A, che metabolizza molti farmaci, tra cui nirmatrelvir. Nel caso del trattamento con Paxlovid, ritonavir rallenta la rottura dell'antivirale attivo da parte dell'organismo e lo aiuta a rimanere a livello terapeutico più a lungo.

È probabile che l'effetto boost sia stato cruciale nel guidare l'elevata efficacia di Paxlovid negli studi clinici.

Quando Paxlovid è abbinato ad altri farmaci che sono anche metabolizzati dall'enzima CYP3A, la preoccupazione principale è che la componente ritonavir possa aumentare i farmaci co-somministrati a livelli tossici.

Un esperto è intervenuto per avvertire che queste interazioni che coinvolgono Paxlovid "non sono banali".

"Alcune di queste potenziali interazioni non sono banali e alcuni abbinamenti devono essere evitati del tutto", ha detto Peter Anderson, professore di scienze farmaceutiche presso l'Università del Colorado Anschutz Medical Campus. "Alcuni sono probabilmente facilmente gestibili. Ma alcuni dovremo stare molto attenti".

Le scorte di Paxlovid e Molnupiravir sono scarse - almeno per ora. Ma la linea di produzione è ruggente e i due concorrenti dicono che sperano di produrre milioni di cicli di ciascun farmaco durante il prossimo anno.

Abbiamo una domanda: se un paziente muore per un'interazione che coinvolge un antivirale COVID e il loro farmaco per la pressione sanguigna, sarebbe ancora conteggiato come un decesso COVID?

https://www.zerohedge.com/covid-19/covid-antiviral-pills-cause-life-threatening-reactions-many-common-meds?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=379

Nessun commento:

Posta un commento