L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 31 dicembre 2021

Linea rossa - cautela cautela cautela

“Morti improvvise” di bambini di età inferiore ai 12 anni iniziano a emergere dopo l’avvio della campagna vaccinale
Dicembre 3, 2021



L’ondata di “morti improvvise” segnalate su base giornaliera, sembra essere partita purtroppo nei bambini di età inferiore ai 12 anni, poiché per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni è appena stata avviata la campagna vaccinale Covid con il vaccino Pfizer.

A meno che un genitore in lutto non abbia abbastanza coraggio da ammettere di aver probabilmente commesso un errore nel lasciare che il proprio figlio ottenesse un vaccino sperimentale, e sia disposto ad affrontare il contraccolpo che verrebbe sicuramente dai sostenitori delle vaccinazioni “ad ogni costo”, non aspettatevi che i media menzionino nemmeno lo “stato di vaccinazione” COVID-19 di questi piccoli angeli morti improvvisamente.

Le due tragiche morti inaspettate di questi bambine di cui stiamo raccontando oggi, sono avvenute entrambe nel Giorno del Ringraziamento la scorsa settimana.

Juliana Rechten, 11 anni

Juliana Rechten, 11 anni, di Matawan, nel New Jersey, è morta improvvisamente il giorno del Ringraziamento, il 25 novembre 2021, secondo il suo necrologio.

Come molte altre morti improvvise segnalate in questo momento, Juliana era apparentemente atletica e sana.

Juliana Rechten, 11 anni, di Matawan, New Jersey, è morta improvvisamente il 25 novembre 2021. È nata l’11 gennaio 2010 a Long Branch, nel New Jersey, e ha trascorso la sua infanzia crescendo a Hazlet e Matawan. Juliana era una studentessa di 6 ° grado alla Matawan Aberdeen Middle School. Juliana era una ragazza bella e vibrante. Amava gli husky e adorava soprattutto i suoi amati cani, Stasia e Blu. Juliana si divertiva anche a giocare a basket e stava progettando di provare per la sua squadra di basket scolastica il prossimo anno scolastico. (Fonte.)

Secondo quanto riferito, è morta nel sonno e la causa della sua morte “non è stata resa nota al pubblico”.

Juliana Rechten Morte, Causa di Morte – Juliana Rechten di 11 anni è morta pacificamente la mattina del Ringraziamento giovedì 25 novembre 2021. Justine Marie · Shuey ha annunciato la scomparsa di Juliana Rechten sulla sua pagina Facebook. La causa della morte di Juliana non è stata resa nota al pubblico.

“La mattina del Ringraziamento Juliana Rechton, una bambina di 11 anni luminosa, bella e sana, non si è svegliata. Sembra che sia morta pacificamente nel sonno. Conosco suo padre da quando ero giovane e non riesco nemmeno a immaginare cosa stia passando la sua famiglia in questo momento. È stato avviato un GoFundMe per raccogliere fondi per le spese funebri. Per favore, dona se puoi, condividi se non puoi”. Justine Marie Shuey ha pubblicato sulla sua pagina Facebook. (Fonte.)

Destiny Gibson. Fonte immagine.

Destiny Gibson, una bambina di 9 anni del Rhode Island, è morta “inaspettatamente” il giorno del Ringraziamento a causa di un grave attacco d’asma.

La comunità piange la morte improvvisa della studentessa – di Audrey Cooney, The Herald News

Una famiglia locale e la loro comunità sono in lutto dopo che un’amata ragazza è mancata inaspettatamente la scorsa settimana.

“Non ci sono parole per descrivere il dolore all’interno della nostra famiglia in questo momento”, ha detto Erica Gibson a proposito di sua nipote, Destiny Gibson. “Destiny era una bambina estroversa piena di amore e luce che condivideva con tutti quelli con cui entrava in contatto”.

Destiny, 9 anni e studentessa di terza elementare alla John J. Doran Community School, ha subito un grave attacco d’asma ed è deceduta nella casa di Fall River della sua famiglia il giorno del Ringraziamento.

Eric Bradley, preside di Doran, ha messo a disposizione consulenti psicologici provenienti da tutto il distretto scolastico di Fall River, per sostenere gli studenti che avevano bisogno di supporto.

Ha riferito che, soprattutto perché gli studenti frequentano Doran dall’asilo fino all’ottava elementare, la scuola si sente come una vera famiglia ed è stata duramente colpita, dall’improvvisa perdita di uno studente.

“Riconosciamo sicuramente che non esiste un modo corretto per gestire il dolore. Abbiamo cercato di far sentire i bambini ascoltati e al sicuro e ricordargli loro che staranno bene “, ha dichiarato. (Articolo completo.)

Non c’è alcuna menzione di precedenti problemi con l’asma e anche lei sembrava essere atletica in base a ciò che la sua famiglia ha scritto sulla pagina GoFundMe.

Ciao, mi chiamo Erica Gibson (zia Erica). Sto raccogliendo fondi per la famiglia di mia nipote di 9 anni Destiny Gibson.

La mattina del Ringraziamento, mentre si preparava ed era entusiasta di trascorrere del tempo in famiglia, Destiny ha iniziato a urlare in preda al panico, chiamando sua madre Tiffany.

Stava montando un devastante attacco di asma e ha urlato immediatamente sua madre di chiamare il 911. Mentre sua madre eseguiva disperatamente un massaggio cardiaco aspettando l’ambulanza, Destiny ha subìto un crollo della pressione sanguigna e dell’ossigeno, perdendo conoscenza.

Senza polso, è stata dichiarata morta cerebralmente all’arrivo in ospedale. È stata intubata e trasportata al pronto soccorso locale e poi all’ospedale pediatrico Hasbro di Providence, RI.

I medici hanno cercato disperatamente qualsiasi attività cerebrale senza successo purtroppo. Destiny si è unita ai nostri cari defunti in cielo.

Destiny era una bambina estroversa piena di amore e luce che condivideva con tutti quelli con cui entrava in contatto. Amava il calcio e il Karate, giocava con i suoi amici e cugini e amava la vita al massimo. Non ci sono paroleper descrivere il dolore che colpisce la nostra famiglia in questo momento.

Questa famiglia ama Dio e stiamo lottando per capire perché questo prezioso angelo sia stato accolto tra le sue braccia così presto e così giovane. (Articolo completo.)

Senza la conferma da parte delle famiglie che queste due giovani ragazze avessero ricevuto una dose di Pfizer, non abbiamo modo di sapere se il vaccino sia stato causa della loro morte.

Ma le morti improvvise, inspiegabili, in questa fascia di età sono estremamente rare, e stiamo assistendo a uno strano fenomeno nei giovani, specialmente quelli coinvolti nell’atletica, che li vede scomparire prematuramente, di solito a causa di qualche problema al cuore, poiché la miocardite e la pericardite sono noti effetti collaterali dei vaccini COVID-19.

E mentre per queste bambine possiamo solo ipotizzare una correlazione, ecco alcune testimonianze di genitori che hanno denunciato pubblicamente la scomparsa dei propri figli a causa del vaccino: qui.

Nessun commento:

Posta un commento