L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 11 dicembre 2021

l'Inflazione si gestisce basta cambiare il paniere dei beni, è stato fatto in passato, ci si sta attrezzando per farlo ora, "in base ai dati sulla spesa dei consumatori dal 2019-2020" (?!?!), lo faranno in futuro

E proprio così, l'inflazione sta per scomparire?

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
VENERDÌ, DIC 10, 2021 - 02:40 PM

All'inizio di quest'anno, quando l'inflazione era ancora "transitoria", due presidenti della Fed, Powell e Bernanke, hanno fatto commenti che abbiamo scherzato hanno senso solo se la definizione di inflazione viene cambiata:

Purtroppo, i nostri deboli tentativi di umorismo non erano ingiustificati, e come ogni appassionato di storia economica sa che gli Stati Uniti hanno cambiato radicalmente il modo in cui calcolano l'inflazione al consumo nel 1980, un evento ampiamente coperto dall'ex capo economista di AllianceBernstein Joseph Carson su questo sito web in passato (vedi "Inflazione dei prezzi al consumo: fatti vs. finzione ") con la differenza più importante che mentre l'IPC degli anni 1970 includeva l'inflazione dei prezzi delle case, la misura attuale non lo fa. Invece, le pressioni sui prezzi delle case sono state spazzate via dall'affitto equivalente del proprietario volutamente nebuloso che può essere qualsiasi cosa i politici vogliano che sia (ci sono stati altri cambiamenti di definizione, vedi qui, qui, qui qui per saperne di più). La linea di fondo, tuttavia, è che se l'IPC di oggi includesse i prezzi delle case nella sua misurazione, i numeri dell'inflazione attualmente riportati per l'inflazione dei prezzi delle case spingerebbero l'IPC (e l'IPC core) a guadagni a due cifre.

Naturalmente, è politicamente scomodo riferire che la vera inflazione è - basta vedere cosa succede in qualsiasi repubblica delle banane in cui la società è stufa di un'inflazione galoppante. È anche il motivo per cui i politici di entrambi i lati del corridoio sono sempre desiderosi di modificare la definizione di inflazione in modo così leggero (o non così leggero) in modo che sembri essere inferiore a quello che è veramente. Dopotutto, per loro mascherare la realtà è una questione di sopravvivenza politica.

In ogni caso, quello che abbiamo pensato quest'estate fosse solo uno scherzo sembra avverarsi, perché come ha riferito il BLS,a partire dal prossimo mese adeguerà i pesi per il suo paniere dell'indice dei prezzi al consumo, che sarà calcolato "in base ai dati sulla spesa dei consumatori dal 2019-2020". Ahimè, non ci sono ulteriori dettagli su questo argomento critico, anche se faremo qualsiasi scommessa sul fatto che l'inflazione post-revisione diminuirà perché, beh, "aggiustamenti".

Nello stesso comunicato stampa, leggiamo anche che "il BLS ha preso in considerazione interventi, ma ha deciso di mantenere le normali procedure"... qualunque cosa siano. Detto il contrario, il BLS potrebbe non "intervenire" per ora, ma quando la gomma inflazionistica colpirà la strada l'anno prossimo con i midterm che arrivano velocemente e i rating Dems ancora nelle discariche, dubitiamo che il BLS avrà qualche scrupolo a "intervenire".

Per inciso, questo "aggiornamento" potrebbe spiegare la convinzione dietro la dichiarazione di Biden di oggi: in una dichiarazione dopo che è uscito il rapporto CPI bollente ...

... Joe Biden ha detto che nonostante abbia sperimentato l'inflazione più rapida in quasi 40 anni a novembre, gli aumenti dei prezzi negli Stati Uniti stanno rallentando, in particolare per la benzina e le auto.

"I numeri di oggi riflettono le pressioni che le economie di tutto il mondo stanno affrontando mentre emergiamo da una pandemia globale - i prezzi stanno aumentando ... Ma gli sviluppi nelle settimane successive alla raccolta di questi dati il mese scorso mostrano che l'aumento dei prezzi e dei costi sta rallentando, anche se non così rapidamente come vorremmo", ha detto. Anche il capo dello staff di Biden, Ronald Klain, è intervenuto:

Bene, tutto ciò che i prezzi devono rallentare "quanto velocemente vorremmo", almeno nei rapporti governativi come l'IPC, è che il BLS dia loro una leggera spinta al ribasso.

https://www.zerohedge.com/markets/and-just-inflation-about-disappear?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=338

Nessun commento:

Posta un commento