L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 7 dicembre 2021

L'influenza covid che si è voluta affrontare obbligatoriamente con l'inoculazione dei vaccini sperimentali una strategia completamente sbagliata, di cure non si deve parlare

Epidemia di COVID sulla nave da crociera statunitense nonostante i passeggeri completamente vaxxed

DI TYLER DURDEN
DOMENICA 5 DIC 2021 - 15:15

Nonostante ogni linea di crociera richieda ai passeggeri e all'equipaggio di essere completamente vaccinati prima dell'imbarco, una nave da crociera di ritorno da una vela attraverso il Golfo del Messico e il Mar dei Caraibi con migliaia di passeggeri a bordo ha rilevato un focolaio di COVID-19, secondo AP News.

La Norwegian Breakaway, di proprietà di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd, è partita dal porto di New Orleans il 28 novembre e ha navigato verso Belize, Honduras e Messico, con oltre 3.000 persone a bordo.

Prima di tornare al suo porto di New Orleans, la compagnia di crociera ha rilevato dieci infezioni da COVID tra i suoi ospiti e l'equipaggio. Coloro che sono stati infettati sono stati completamente vaccinati e sono stati costretti alla quarantena.

Il governatore John Bel Edwards, la città di New Orleans e il porto di New Orleans sono stati informati dell'incidente e hanno contattato il CDC. I passeggeri e l'equipaggio infetti viaggeranno direttamente alle loro case o si autoisoleranno in un luogo sconosciuto.

Secondo il sito web di monitoraggio delle navi CruiseMapper,la Norwegian Breakaway ha attraccato a New Orleans domenica mattina presto. Tutti i passeggeri e l'equipaggio saranno sottoposti a un test COVID prima di uscire dalla nave.


Nonostante un tasso di vaccinazione del 100% sulla nave, c'era ancora un focolaio di COVID, suggerendo che l'efficacia del vaccino sta gravemente diminuendo.

Un recente studio sui tre vaccini primari COVID ha mostrato un calo "drammatico" dell'efficacia nell'arco di sei mesi. Quindi, mentre gli operatori di navi da crociera iniziano a colpire l'alto mare con solo passeggeri ed equipaggi completamente vaxxed che hanno difese calanti contro il virus, si sospetterebbero ulteriori focolai sulle navi mentre nuove infezioni aumentano negli Stati Uniti.

Anche in Europa, dove gli schemi di passaporto vaccinale e gli alti tassi di vaccinazione sono altamente applicati, i paesi stanno vivendo un'impennata delle infezioni.

Quindi cosa faranno ora gli operatori di navi da crociera? Consentire solo ai passeggeri e all'equipaggio che non sono solo completamente vaccinati ma hanno i loro colpi di richiamo?

Nessun commento:

Posta un commento