L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 4 dicembre 2021

McKinsey governare senza apparire

MCKINSEY IL GOVERNO OMBRA

Maurizio Blondet 4 Dicembre 2021

Marcello Pamio – 3 dicembre 2021

McKinsey è la più grande società di consulenza del globo. Gruppo potentissimo e soprattutto sconosciuto, lavora nell’ombra posizionando i loro uomini all’interno dei gangli vitali. Mario Draghi ha arruolato la McKinsey per aiutare il ministero dell’Economia nella fase di stesura del piano Recovery Fund. Il colosso ha lavorato quasi a gratis (25.000 euro) ma ha avuto accesso a informazioni preziosissime e potrà influenzare il modo in cui verranno spesi i soldi…

Vista la sua influenza McKinsey è considerata una vero e proprio governo ombra: consiglia infatti alle grandi aziende come interagire con i governi, a questi cosa esternalizzare e agli investitori in quali aziende mettere i soldini.

Secondo un’inchiesta del New York Times, McKinsey ha contribuito all’espansione di governi dittatoriali e corrotti: dall’Arabia Saudita alla Cina. Ai cinesi sta fornendo consulenza ad almeno 22 delle 100 delle più grandi aziende statali. Il colosso newyorchese ha contribuito all’epidemia di dipendenze da farmaci a base di oppioidi fornendo consulenza di marketing a produttori. Per questo ha accettato di pagare quasi 600 milioni di dollari per chiudere un contenzioso con 49 stati Usa per il ruolo che avrebbe svolto nel promuovere la vendita del farmaco OxyContin della Purdue Pharma.

E’ di queste ore la notizia che il ministro Roberto Cingolani avrebbe messo a capo dipartimento per l’attuazione del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) Paolo D’Aprile, uomo McKinsey… Ovviamente come per i vaccini: nessuna correlazione!

_____

Aveva fatto scalpore l’aiuto della società al governo per scrivere il piano del Recovery. Chiesti solo 25mila euro, ora a capo c’è un loro tecnico

Nessun commento:

Posta un commento