L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 27 dicembre 2021

Stati Uniti - lo sport per la sua necessità intrinseca prende posizione sull'influenza covid e dice che non si hanno nessuna prova che l'asintomatico diventi diffusore di malattia, ma questi è solo il malato che presenta sintomi precisi e circostanziati. Questo è in linea con il fatto che i tamponi farlocchi non riescono a distinguere il raffreddore, il mal di gola, l'influenza covid o non covid

Il Chief Medical Officer della NFL avverte che non c'è quasi nessuna indicazione di diffusione asintomatica

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
SABATO 25 DICEMBRE 2021 - 14:11

Nell'ultimo segno che "la scienza" promossa dal Dr. Anthony Fauci e dal governo degli Stati Uniti come giustificazione per spaventare metà del paese a rimanere a casa questo Natale davvero, veramente, non si applica più, la NFL ha cambiato la sua strategia per affrontare COVID per rompere drasticamente con le linee guida federali.

ESPN riferisce che la lega sta sopprimendo l'ultima ondata di COVID con la consapevolezza che gli individui sintomatici stanno guidando la trasmissione all'interno dell'ambiente di squadra, ha detto giovedì il Chief Medical Officer Dr. Allen Sills. Apparentemente, la Lega ha dato il proprio sguardo al problema COVID e ha deciso che i giocatori asintomatici in realtà non diffondono COVID.

Beh, almeno non in alcun modo significativo.

Ancora una volta, ecco il Dr. Sills:

"Penso che tutta la nostra preoccupazione per [la diffusione asintomatica] sia diminuita in base a ciò che abbiamo visto negli ultimi mesi", ha detto Sills a ESPN. "Abbiamo le mani piene di persone sintomatiche. Posso dirvi stasera che non c'è mai stato un caso in cui qualcuno senza sintomi lo abbia trasmesso a qualcun altro? No, certo che non posso dirlo. Ma quello che posso dirvi è che penso che sia una frazione molto, molto piccola del problema generale, se esiste affatto".

Chiarisce ulteriormente:

"Chiaramente se si vuole guardare al modello generale e alla preoccupazione per la trasmissione, non è guidato da persone che non hanno idea di essere infette e stanno infettando decine di altri. Questo è guidato da persone con sintomi e le esposizioni durante quel periodo sintomatico. "

In risposta all'omicron, la lega e la NFL Players Association hanno concordato la scorsa settimana di interrompere i test settimanali sui giocatori vaccinati e iniziare test casuali di un campione tra squadre e posizioni.

I giocatori vaccinati che riportano sintomi devono essere testati e i giocatori non vaccinati continuano a essere testati quotidianamente, poiché la lega sta ancora eseguendo 1.000 test al giorno per giocatori e staff.

https://www.zerohedge.com/covid-19/nfls-chief-medical-officer-warns-theres-almost-no-indication-asymptomatic-spread?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=371

Nessun commento:

Posta un commento