L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 9 dicembre 2021

Uccidere i bambini è un odioso crimine. Questo si è istituzionalizzato

USA – “Morti improvvise” di bambini di età inferiore ai 12 anni iniziano a emergere dopo l’avvio della campagna vaccinale

Italia
Covid, Palù: ‘608 morti correlate al vaccino’

Giorgio Palù (Aifa): “Da dicembre 2020 a settembre 2021, cioè da quando sono iniziate le vaccinazioni, ci sono 608 segnalazioni di esito infausto fra persone in età media di 76 anni, correlate ai vaccini. Correlate vuol dire che c’è stata l’autopsia e il medico ha detto “sì, non trovo altra causa, può essere il vaccino”.

Covid, i ‘danneggiati dal vaccino’ sfilano di fronte a Speranza: “Abbandonati dallo Stato

Israele: mucca-pazza post vaccino

 

Nuovo caso Creutsfeldt-Jakob  (Sindrome della mucca pazza)In Israele questa volta  –   giorni fa in Belgio –  sempre dopo la vaccinazione Pfizer –  di nuovo 15 giorni dopo  Sto pensando  lo scandalo presto oltrepasserà i confini della Francia. #MauricetteIl cuore segue #Maxime

@verity_france

https://twitter.com/Marc_Doyer/status/1468475596015652866

@AssoCovid Traduci Tweet

Nessun commento:

Posta un commento