L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 5 gennaio 2022

Fermato Biden sui licenziamenti se non ti inoculi con i vaccini sperimentali

Corte federale blocca gli obblighi sui vaccini COVID-19 di Biden, vittoria per 24 stati americani
Maurizio Blondet 4 Gennaio 2022

Speranze dagli Stati Uniti

da eVenti Avversi

l presidente Joe Biden non può richiedere che gli insegnanti del programma di educazione precoce Head Start siano vaccinati contro COVID-19, ha stabilito sabato un giudice federale della Louisiana, consegnando una vittoria a 24 stati che avevano citato in giudizio il governo federale.

Head Start è un programma finanziato a livello federale che promuove l’istruzione per i bambini di età inferiore ai 6 anni che provengono da famiglie a basso reddito.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Terry Doughty ha stabilito che l’amministrazione Biden ha illegalmente aggirato il Congresso quando ha ordinato che i lavoratori nei programmi Head Start fossero vaccinati entro il 31 gennaio e che gli studenti di 2 anni o più fossero mascherati quando erano al chiuso o quando erano a stretto contatto all’aperto.

Sabato (1 gennaio) dunque, un giudice federale della Louisiana, consegna una vittoria a 24 stati che avevano citato in giudizio il governo federale.

“Il problema in questo caso non è se le persone debbano assumere il vaccino COVID-19, ma se le agenzie federali possano obbligare le persone a prendere un vaccino o essere licenziate”, ha affermato la sentenza. “Secondo questa Corte, il ramo esecutivo ha dichiarato di avere l’autorità di legiferare attraverso le agenzie federali… Se al ramo esecutivo è consentito di usurpare il potere del ramo legislativo di legiferare, allora questo paese non è più una democrazia, è una monarchia».

“Questo problema sarà sicuramente affrontato da un tribunale superiore rispetto a questo”, ha affermato la sentenza. “Questo problema è importante. La separazione dei poteri non è mai stata così sottile”.

Tutti i 24 stati responsabili della causa: Louisiana, Alabama, Alaska, Arizona, Arkansas, Florida, Georgia, Indiana, Iowa, Kansas, Kentucky, Mississippi, Missouri, Montana, Nebraska, North Dakota, Ohio, Oklahoma, South Carolina, South Dakota , Tennessee, Utah, West Virginia e Wyoming, saranno interessati da questa sentenza.

Nessun commento:

Posta un commento