L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 28 gennaio 2022

Il porto di La Spezia si riorganizza per andare incontro ai camion fermi in attesa, il governo dorme sonni placidi

Porto di La Spezia: nuova ordinanza limita l’accettazione giornaliera di container vuoti



giovedì 27 gennaio 2022

Il presidente dell'Autorità portuale del mar ligure orientale, Mario Sommariva, ha firmato una nuova ordinanza sperimentale per la gestione dei flussi dei container vuoti all'interno del porto di La Spezia.

L’ordinanza prevede che per tre mesi non potranno essere accettati dai terminal oltre 300 vuoti al giorno.

In particolare ogni terminal – si legge nell’ordinanza – dovrà assicurare la consegna di almeno 25 container vuoti per ogni ora di lavoro, dalle 7 alle 19 e dal lunedì al venerdì, fatte salve eventuali giornate festive infrasettimanali.

Tale livello minimo di servizio potrà essere ridotto solamente in caso di container vuoti da consegnare giornalmente inferiori alle 100 unità; in tal caso il limite minimo è stabilito in 10 container vuoti per ogni ora di lavoro.

I contenitori in eccedenza dovranno essere “spediti”, in orario notturno via gomma o attraverso navette ferroviarie, al retroporto di Santo Stefano Magra.

Si tratta di una soluzione che con cui, insieme alla gestione dei flussi già avviata negli scorsi mesi, l’Autorità portuale punta a evitare code e congestionamenti, che nei mesi scorsi avevano sollevato rimostranze da parte dell'autotrasporto.

Nessun commento:

Posta un commento