L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 16 gennaio 2022

Le bugie hanno le gambe corte, ma la narrativa non cambia - Euroimbecilandia per legge ha stabilito che aerei privati e yacht non producono CO2 e per questo li ha esentati dal pagamento che invece le aziende produttrici devono fare

Gli yacht saranno esentati dal piano di fissazione del prezzo del carbonio dell'UE

DI TYLER DURDEN
VENERDÌ 14 GENNAIO 2022 - 09:44

Se c'è ancora qualcuno confuso sul perché l'ESG, e l'intero movimento "verde" è un gigantesco calderone bollente di bugie, ipocrisia e frode, continua a leggere.

L'estate scorsa, abbiamo riferito che la Commissione europea - quell'omicidio di burocrati di carriera - ha proposto di esentare i jet privati, l'unica forma di trasporto più inquinante, dalla prevista tassa UE sul carburante per jet. Una bozza indicava che la tassa sarebbe stata introdotta gradualmente per i voli passeggeri, compresi quelli che trasportano merci. I jet privati godranno di un'esenzione attraverso la classificazione di "aviazione d'affari" come l'uso di aeromobili da parte di imprese per il trasporto di passeggeri o merci come "aiuto allo svolgimento della loro attività", se generalmente considerato non per il noleggio pubblico. Migliora: un'ulteriore esenzione è concessa per i voli "da diporto" in base alla quale un aeromobile viene utilizzato per scopi "personali o ricreativi" non associati a un uso aziendale o professionale.

Questo è strano perché un recente rapporto ha rilevato che le emissioni di CO2 dei jet privati in Europa sono aumentate del 31% tra il 2005 e il 2019, con voli verso destinazioni popolari in forte aumento durante le stagioni delle vacanze estive. Quindi, se l'Europa fosse veramente preoccupata di frenare le emissioni di CO2, apparentemente perseguirebbe alcuni dei maggiori colpevoli ... Ma no.

Naturalmente, dal momento che sono per lo più miliardari e ultra ricchi che volano privati, e questi stessi miliardari e ultra ricchi tendono ad essere esenti da regolamenti (che di solito sono scritti da politici che gli ultra ricchi hanno precedentemente corrotto o acquistato) che si applicano al resto dei contadini, questa non è stata certo una grande sorpresa.

Ecco perché dubitiamo che le ultime notizie che mostrano quanto sia pervasiva l'ipocrisia "verde", saranno anche una sorpresa.

Esenzioni arbitrarie compromettono l'integrità delle leggi sulla navigazione" , più della metà delle navi europee sarebbe esente dal piano di fissazione del prezzo del carbonio della Commissione europea per il settore. Tra questi: altamente inquinanti se estremamente desiderabili - per il set Monte Carlo - yacht.

Secondo il rapporto, nel luglio 2021, la Commissione europea ha pubblicato una serie di proposte per decarbonizzare il settore marittimo. Tuttavia, ciò che tranquillamente non viene menzionato, è che il sistema di fissazione del prezzo del carbonio (ETS) proposto e lo standard di carburante a basso contenuto di gas serra (FuelEU Maritime) si applicheranno solo alle navi superiori a 5.000 GT ed escluderanno un certo numero di tipi di navi come navi offshore, pescherecci e .... yacht.


Sembra che sia stata applicata una soglia dimensionale dopo il fatto che proprio gli yacht consentono di essere tra le navi esenti dal regolamento. Il problema è che, fissando la soglia così elevata, le navi che rappresentano quasi il 20 per cento delle emissioni marittime dell'UE - sarebbe un esempio, il doppio di quello che la Commissione aveva inizialmente affermato che l'esenzione avrebbe coperto.

O, come dice T & E, le "proposte di spedizione dell'UE esentano tanto inquinamento quanto le emissioni totali annuali di CO2 della Danimarca".


Ma... ma... il mining di bitcoin è così, così sporco e deve essere fermato immediatamente!

Ancora una volta, questo è solo così che gli oligarchi anziani d'Europa possono invitare le loro amanti russe di 20 anni a bordo dei loro yacht all'ancora vicino a Monte Carlo.

Nel rapporto, T & E scrive di aver analizzato le attuali proposte per scoprire che troppe navi pesantemente emettitrici sarebbero lasciate fuori dai guai. T&E invece "raccomanda un sistema che si basi su una soglia di emissioni e non sulle dimensioni. Ciò coprirebbe più emissioni senza aggiungere un onere amministrativo all'industria".

Naturalmente, ciò non accadrà mai perché un tale sistema non esenterebbe più gli yacht. E poiché il principio centrale dell'intera farsa Green/ESG è quello di fare due serie di regole: una per lo 0,001% e un'altra per tutti gli altri, ai contadini verrà detto di accettarla... e se osano togliersi le maschere quando protestano, saranno mandati direttamente nei campi di concentramento australiani perdonando le strutture di quarantena a 5 stelle.

Nessun commento:

Posta un commento